This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Lutto ad Afragola per la morte di don Eduardo Parlato: commozione e folla ai funerali

Lutto ad Afragola per la scomparsa di padre Eduardo Parlato, ex parroco della chiesa di Sant’Antonio e direttore dell’Ufficio beni culturali della diocesi di Napoli. . Tantissime persone si sono radunate nella chiesa oggi pomeriggio per un ultimo saluto. Le esequie solenni sono state presiedute dall’arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia.

Lutto ad Afragola per la scomparsa di padre Eduardo Parlato, ex parroco della chiesa di Sant'Antonio e direttore dell'Ufficio beni culturali della diocesi di Napoli, morto ieri all'età di 78 anni. Tantissime persone si sono radunate nella chiesa oggi pomeriggio per un ultimo saluto a don Eduardo. Le esequie solenni sono state presiedute dall'arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia. Profonda commozione e folla oltre la capienza consentita nella basilica. Padre Parlato si è spento dopo aver combattuto contro una lunga malattia.

Tantissimi i messaggi di cordoglio per la perdita che sono arrivati da fedeli, religiosi e dal mondo delle istituzioni. L'arcivescovo don Mimmo Battaglia ha avuto parole di profondo apprezzamento e affettuoso ricordo per don Eduardo, direttore dell'Ufficio beni culturali della diocesi partenopea. Dal 1986 al 2001 padre Eduardo è stato parroco di Sant'Antonio ad Afragola e per buona parte di quegli anni ha ricoperto anche il ruolo di Guardiano della locale fraternità dei Frati minori. In curia si era fatto apprezzare per la cultura, la spiritualità e il profondo senso di umanità nei rapporti con il clero e con i dipendenti laici.

"Don Eduardo – scrive Don Doriano Vincenzo De Luca – era uomo di grande caratura spirituale, umana ed intellettuale. Lo ricordo con tanto affetto e riconoscenza. Non dimenticherò mai le nostre lunghe chiacchierate sull'arte, la musica e la spiritualità francescana. Alla Provincia Napoletana dei Frati Minori e alla famiglia tutta, la mia vicinanza e la mia preghiera". Dopo le esequie si è proceduto alla cremazione. Le ceneri sono state deposte presso la Cappella dei Frati Minori del Cimitero di Afragola.