Italy

Modena. Polemica sui raduni dei negazionisti «Queste persone vanno fermate»

Sabato un evento con decine di persone senza mascherina. La rabbia del direttore degli ospedali Claudio Vagnini

Giovanni Balugani

MODENA. «Vanno fermati». Non usa mezza misure Claudio Vagnini, direttore dell’Azienda ospedaliero universitaria, nel commentare la manifestazione che si è tenuta sabato in piazza Grande. Qui diverse decine di persone arrivate da tutta Italia si sono ritrovate per ascoltare alcuni “esperti” che hanno inveito contro la medicina ufficiale e il governo. Tanti i messaggi lanciati: dall’inutilità dei tamponi all’invito a togliersi le mascherine. Non che la platea le stesse indossando: circa la metà dei presenti non le aveva e stava creando assembramenti. Nell’edizione di ieri li abbiamo definiti “non negazionisti”, poiché Arianna Toce, insegnante di yoga e portavoce degli organizzatori, ha sottolineato di non negare il Covid. Un manifesto poi tradito da fatti e parole.



«Quell’evento – prosegue Vagnini – è l’epifenomeno di una situazione che ci vede ancora indietro sull’obbligatorietà della vaccinazione per chi lavora negli ospedali e per chi opera nel socio-sanitario. Occorre fermare i “no vax” e smettere di dar loro voce. Il sistema deve difendersi: non possiamo lasciare parola a chi si sveglia la mattina e pretende di dire ciò che vuole andando contro la scienza. Già in passato mi hanno attaccato ferocemente, ma non mi interessa. Mi meraviglio come sia stata consentita una manifestazione con assembramenti».

Così Andrea Cossarizza, immunologo dell’Università di Modena: «Non essendo uno psichiatra – ha commentato con ironia quanto affermato all’evento di sabato – faccio fatica a collocare queste esternazioni nella loro adeguata dimensione, anche se una mezza idea ce l’avrei. Comunque, come cittadino e come medico, vedere queste scene mi preoccupa moltissimo».

Anche Davide Ferrari, direttore della Sanità pubblica Ausl è basito: «Scene del genere sono inaccettabili. Il diritto di manifestare è sacrosanto, ma bisogna farlo seguendo le regole di prevenzione, per il bene del singolo e della collettività. La situazione è difficile per tutti ma l’emergenza sanitaria è lontana dall’essere risolta: in questi mesi abbiamo avuto la dimostrazione che questo virus può colpire gravemente chiunque, ma anche che le misure di prevenzione (igiene delle mani, distanziamento e uso della mascherina) sono efficaci e indispensabili per contrastare l’epidemia. Chi contesta e disattende le misure di sanità pubblica necessarie per contrastare la diffusione dell'epidemia mette seriamente a rischio non solo la propria salute ma anche quella dei suoi famigliari e di tutta la collettività».

Reazione univoca anche sulle nostre pagine social, dove decine di lettori hanno commentato con durezza. Molti si sono chiesti perché sia stato autorizzato l’evento, altri hanno evidenziato l’assurdità di come un bar non possa accogliere clienti distanziati mentre quelle persone possano manifestare senza mascherina. Domande che meritano una risposta, perché Modena è in zona rossa, le persone soffrono negli ospedali mentre imprenditori e lavoratori sono alle strette a causa della crisi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Football news:

Leeds ha colpito 2 colpi e ha segnato 2 gol. Man City ha 29 colpi e 1 gol
Guardiola sulla sconfitta da Leeds: Man City ha tenuto una partita molto buona. L'allenatore del Manchester City Pep Guardiola ha commentato la sconfitta contro il Leeds
Marcelo Biels: la vittoria della città sarebbe un risultato equo. Non sono stato io a battere Guardiola, ma i giocatori
Man City è rimasto a segnare 11 punti in 6 partite per diventare campione D'Inghilterra
Man City ha perso per la prima volta in 6 partite. La squadra è stata al massimo l'intero 2 ° tempo
Schuster sul preferito Clasico: il mio primo-abbiamo battuto il Real Madrid. Poi mi sono divertito a giocare a Clasico per Madrid
Klopp su man: le sue statistiche ora non possono essere chiamate belle, e lui ne è consapevole. Non mi Interessa la situazione