Italy

Morta Gabriella Colombo Damiani (86 anni) per Covid presidente onorario della griffe di gioielli

Dopo aver lungamente combattuto contro il Covid-19 a 86 anni, domenica 29 novembre si è spenta Gabriella Colombo Damiani, presidente onorario di Damiani azienda di gioielleria made in Italy conosciuta nel mondo. Era la vedova di Damiano Grassi Damiani, seconda generazione della griffe di gioielli e madre di Guido Grassi Damiani attuale presidente dell’azienda e dei fratelli di questi Silvia e Giorgio.

Voglia di far bene

Gabriella Colombo Damiani aveva sposato Damiano Grassi Damiani, il figlio di Enrico, fondatore a Valenza nel 1924 del celebre marchio di gioielleria italiana. Gabriella Colombo Damiani con il marito Damiano (scomparso tragicamente in un incidente stradale nel 1996), rappresentavano volto e cuore pulsante della seconda generazione alla guida della Maison di gioielleria. Durante il loro cammino, nella vita come nel lavoro, i coniugi si sono completati a vicenda grazie alla loro passione comune per la gioielleria. Fondamentale la loro voglia di «far bene» impresa, unita alla continua ricerca nell’innovazione. Così il laboratorio orafo d’origine a Valenza si è trasformato in una moderna azienda internazionale, sinonimo di eccellenza e stile made in Italy nel mondo.

Valori generazionali

Sulla base dei valori dei genitori sono cresciuti i figli Silvia, Guido e Giorgio che ora lavorano nell’azienda di famiglia interpretando, con uno sguardo rivolto al futuro, un patrimonio artistico e culturale senza eguali. Attualmente Guido è il Presidente dell’azienda di famiglia. Il contributo di Gabriella Colombo Damiani è stato fondamentale nella creazione e nella gestione della rete commerciale: vi ha introdotto la propria visione personale creando con i clienti un rapporto basato su stima e fiducia; la sua attenzione al lato umano era così particolare che tutti ne hanno sempre riconosciuto e apprezzato l’inconfondibile vitalità, umanità e generosità. Damiani per lei rappresentava una fucina di idee, un luogo dove prendono vita progetti e insieme si raggiungono traguardi importanti. Il suo spirito determinato, unito a un gioioso entusiasmo erano capaci di coinvolgere e appassionare sia i figli sia i collaboratori facendoli sentire parte di un’unica famiglia

Il premio per Shark

Non solo un’imprenditrice, ma donna di profonda umanità. Una parola e un gesto buono per tutti coloro con cui aveva rapporti. Moglie, madre e nonna eccezionale. Proprio grazie a un suo disegno, passione orafa e sensibilità estetica, Damiani nel 1976 si aggiudicata un prestigioso Diamonds International Award con il modello “Shark”. Un premio questo, primo di una lunga serie. Riconoscimenti che hanno permesso a questa Maison italiana di esprimere la propria eccellenza a livello internazionale.

Football news:

Portiere Elche Badia: Messi è il miglior giocatore del mondo
Villash-Boas Pro 1:3 con Monaco: cosa ha fatto Var oggi? Hai bevuto un Caffe'?
Ole Gunnar Solskjaer: Liverpool di distacco dal Manchester United in un paio di punti in premier league, ma rimane ancora top team
Zlatan su 0:3 con Atalanta: Ilicic potrebbe segnare ancora di più. Aveva un sacco di spazio
Andrea Pirlo: un trofeo non cambia nulla. Voglio vincere di più
Sethien può guidare il Dalian Cinese. Benitez ieri ha lasciato il club
Il Manchester United non vuole entrare in Super League dopo la dichiarazione di FIFA e UEFA. Il Real Madrid e la Juve insistono sulla creazione del torneo