This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Mourinho non vuole domande: dice una frase enigmatica su Zaniolo e abbandona l’intervista

Dopo Bologna-Roma il tecnico portoghese si è arrabbiato per le ammonizioni subite da Abraham e Karsdorp e ha parlato anche di Nicolò Zaniolo.

La Roma ha perso un'altra partita, la sesta in questo campionato. A Bologna i giallorossi sono stati sconfitti per 1-0. Mourinho vede allontanarsi pure il quarto posto, che ora dista sei punti. Dopo la partita l'allenatore portoghese ha comunque fatto i complimenti alla sua squadra: "La Roma è stata brava oggi, ha dato tutto, contro tutto e tutti. Resto sempre al fianco dei miei ragazzi".

Parole da comandante quelle del portoghese che ora dovrà subito iniziare a pensare al prossimo match di campionato, che non è come tutti gli altri per Mourinho, perché sabato 4 dicembre all'Olimpico c'è Roma-Inter. Sfida in cui i giallorossi scenderanno in campo senza centravanti. Perché dopo il quinto cartellino giallo stagionale subirà un turno di squalifica Tammy Abraham: "Devo inventarmi una squadra per giocare sabato. Meno male che ho cambiato Mancini". E con grande sportività ha fatto i complimenti alla squadra dell'amico Mihajlovic: "Meno parlo, più velocemente andiamo a casa tutti. Faccio i complimenti al Bologna, che ha fatto la sua partita e ha lottato".

Dopo la partita il tecnico portoghese ha parlato anche di Zaniolo, che nelle ultime partite ha cambiato ruolo ma che è ancora senza gol in campionato: "Dico una cosa contro i miei interessi, ma se fossi Zaniolo inizierei a pensare che per lui è diventato complicato continuare a giocare in Serie A. Si sente chiaramente in tutti gli atteggiamenti che sono contro di lui, mi sento male per lui". 

Le parole di Mourinho non sono state chiarissime. Perché considerati alla stagione del classe '99 si può pure pensare a una stilettata, e questa tesi sembra rafforzarsi considerato che dopo quelle parole Mou ha lasciato l'intervista. Ma in realtà c'è di più. Perché l'ex tecnico di Chelsea e Tottenham ha allargato il discorso e parlando del centrocampista ha fatto un riferimento alla direzione arbitrale che è stata deludente. Eccessivo il giallo a Tammy Abraham e pure quello di Zaniolo.

Successivamente ai canali ufficiali della Roma, il portoghese è tornato su Zaniolo ed è stato ancora molto più chiaro: "Parlo contro i miei interessi, consiglio a Zaniolo di andare all'estero, perché qui in Italia per lui sta diventando impossibile giocare".