Italy

Navalny, Ue chiede rilascio: "Sia visitato da suoi medici"

Russia

18 aprile 2021 | 17.54

LETTURA: 1 minuti

"Le autorità russe sono responsabili per la sicurezza e la salute di Navalny nella colonia penale e noi le riteniamo tali"

alternate text
Afp

Alexei Navalny in pericolo di vita e l'Ue chiede, oltre al "rilascio immediato e incondizionato" che "le autorità russe concedano immediato accesso ai medici di fiducia" del dissidente. E' quanto afferma in una dichiarazione Josep Borrell, Alto rappresentante della politica estera e di sicurezza della Ue, sottolineando la "profonda preoccupazione" dell'Unione Europa per notizie sul "continuo peggioramento delle condizioni di salute di Navalny nella colonia penale" dove il dissidente russo è rinchiuso.

Leggi anche

"Le autorità russe sono responsabili per la sicurezza e la salute di Navalny nella colonia penale e noi le riteniamo tali", aggiunge Borrell che poi ribadisce la richiesta della Ue della scarcerazione del dissidente, come lui stesso ha chiesto in occasione della sua visita a Mosca lo scorso febbraio. "La Ue continuerà a chiedere il suo rilascio immediato ed incondizionato dal momento che noi consideriamo la sua condanna politicamente motivata e contraria agli obblighi della Russia in materia di diritti umani", conclude.

Tag

Vedi anche

Football news:

Nello spogliatoio del Real madrid ritengono che Zidane lascerà al termine della stagione (Goal.Com)
Philip Lam: a barca, Pepa avrebbe prodotto 11 Iniesta. In Bayern e City ha sacrificato gli ideali
Ter Stegen sul debito miliardario del Barça: la somma è enorme. Sono contento che non sia io a risolvere questo problema, onestamente
Il giocatore di Pisa è squalificato per 10 partite per una frase sulla ribellione degli schiavi contro il giocatore di colore
L'ex consulente Fiorentina ha ricevuto un anno di libertà vigilata per la morte di Astori. Ha falsificato i documenti che permettevano al calciatore di giocare
Il Barcellona vede Kamaving, Locatelli e Merino sostituire Busquets
In Coppa Italia giocheranno solo le squadre di Serie A e B. I club di Serie C non parteciperanno più al torneo