This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Piero Angela, il segreto del rapporto di coppia? Il rispetto

"Conobbi Margherita alla festa di un'amica: lei aveva 18 anni, io 24-25, mi misi al pianoforte e la conquistai. Era all'ultimo anno alla Scala, una ballerina con un grande avvenire, poi arrivò King Kong a sbaragliare tutto. Ci siamo sposati, abbiamo avuto subito i nostri due figli di cui siamo felicissimi: ho il senso di colpa di averne interrotto la carriera, anche se lei assicura di non avere rimpianti. Ancora oggi tra noi c'è molto affetto, molto amore". Appassionato, ironico, delicato, sorprendente, Piero Angela si racconta e indica con serena consapevolezza la ricetta di un'unione che dura da 66 anni, "il rispetto, la stima per il partner, la tolleranza, l'attenzione alla correttezza anche verbale, altrimenti i rapporti di coppia si spezzano come grissini". L'occasione è la nuova serie di Superquark+, dieci puntate da quindici minuti dal 21 ottobre in esclusiva su RaiPlay, in cui il patriarca della divulgazione indaga la scienza dell'amore, dall'attrazione all'innamoramento, dalla scelta del partner alla salute del sesso, dalla gelosia al tradimento alla mancanza dei figli, accompagnato nel tradizionale studio virtuale da servizi, interviste agli esperti e interventi dei cinque giovani ricercatori-divulgatori che sono stati protagonisti anche della prima stagione, "una squadra bravissima, composta soprattutto di donne", sottolinea. A suggellare ogni puntata, dieci brevi cartoni animati di Bruno Bozzetto che affrontano la sessualità mixando rigore scientifico e ironia. "Di questi temi, l'amore e la sessualità, mi sono occupato non tanto a livello personale quanto professionale. Anni fa scrissi un libro, 'Ti amerò per sempre', coinvolgendo mia figlia che mi aiutò a procurarmi 400 ricerche e studi internazionali. Insomma, mi applicai", esordisce con un sorriso. E premette: "Tutto l'arco degli aspetti dell'amore, le emozioni, i sentimenti, le paure, le gioie, la sessualità valgono anche per gli omosessuali che si innamorano, vogliono vivere insieme e avere figli proprio come gli eterosessuali". Gli spunti sono tanti, dalla chimica dell'attrazione, quel "colpo di fulmine" che non è garanzia della durata di un rapporto ("anzi, le statistiche dicono che durano di più i matrimoni basati sulla sintonia di gusti, interessi, valori"), alla ricerca dell'anima gemella, che "oggi si fa con gli speed date, una volta con gli annunci matrimoniali, che cominciavano solitamente con la parola 'illibata'". La salute del sesso, "un problema perché i giovani si informano sul web e spesso vanno a spanne, non ne parlano con i genitori e così dalla famosa 'marcia indietro' dipende il 20% delle gravidanze". Il piacere, "il miele che ha messo l'evoluzione per spingere alla trasmissione della vita". La paternità, "mater sempre certa, dicevano i latini: e la certezza della paternità ha avuto un ruolo cruciale nella condizione femminile". La gelosia, "una questione di biochimica e di ormoni" che si complica "quando interviene il fattore culturale del possesso". La denatalità, una sfida drammatica per una società "in cui si riduce sempre più la popolazione attiva. L'Italia è l'unico Paese europeo in cui si spende più per gli anziani che per i giovani: i bambini non votano, gli anziani sì", sottolinea Piero Angela, 93 anni il prossimo 22 dicembre, che si definisce "fuori media: quando sono nato l'aspettativa di vita era di 52 anni". Cita Tinto Brass ("c'è il sesso riproduttivo e quello ricreativo"), rivela che "Mata Hari si sposò tramite un annuncio matrimoniale", imita Fantozzi, definisce la liberazione femminile "un sottoprodotto del petrolio, perché la possibilità di andare a scuola ha segnato la fine della sudditanza delle donne. Un tempo c'era una gerarchia nelle coppie, l'uomo aveva in esclusiva il potere economico, culturale, politico. Oggi per fortuna non è più così, anche mediaticamente la funzione delle donne, la loro libertà e dignità sono giustamente valorizzate". L'auspicio di Piero Angela è che questa "mini enciclopedia sul sesso e sull'amore tracci un mosaico che si ricompone, fornendo spunti di riflessione". Il più bel complimento, forse, gliel'ha fatto un'inserviente al lavoro nel suo studio tv: "Di solito andavo dal ginecologo, la prossima volta vengo da lei".