Italy

Processi sospesi, proroga all’11 maggio.  New York considera la sepoltura nei parchi Borse, Milano in volata: guadagna il 4% 

Qui l’approfondimento sulle Borse a cura della redazione di Corriere Economia.

Ore 21.48 - Israele, 4 giorni lockdown durante Pasqua ebraica
Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha annunciato in un discorso in tv l'entrata in vigore, a partire da domani, di quattro giorni di lockdown a livello nazionale per contenere l'epidemia di Covid-19 mentre si celebra Pesach, la Pasqua ebraica. Lo riportano i media israeliani. Netanyahu ha spiegato che da martedì a venerdì saranno rafforzate le restrizioni sugli spostamenti, non si potrà viaggiare tra le città e la chiusura sarà totale da mercoledì sera al mattino presto di giovedì, vigilia di Pesach, quando sarò vietato uscire di casa, sullo sfondo dei timori che le festività possano portare a un aggravamento dell'epidemia.

Ore 21.47 - Telefonata di Mattarella a Fontana
Attilio Fontana ha ricevuto nella giornata odierna una telefonata di Sergio Mattarella. Stando a quanto riferiscono da Palazzo Lombardia, il presidente della Repubblica, come fatto già nelle scorse settimane, avrebbe espresso al governatore lombardo il suo incoraggiamento e l'apprezzamento per l'impegno che gli amministratori stanno mettendo in campo nel contrasto all'epidemia.

Ore 21.15 - Boris Johnson in terapia intensiva


Il premier britannico Boris Johnson è stato trasferito in terapia intensiva dopo che questo pomeriggio le sue condizioni sono peggiorate. Lo fa sapere un portavoce di Downing Street, secondo quanto riportato dai media britannici. Il premier ha contratto il coronavirus e da ieri è ricoverato in ospedale.


«Abbiamo disposto una liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle imprese». Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. «Con in decreto diamo liquidità per 400 miliardi di euro alle nostre imprese, 200 per il mercato interno altri 200 potenziare export».Il presidente del Consiglio ha anche annunciato: «Abbiamo varato importanti misure fiscali con la sospensione di alcuni pagamenti, ritenute e contributi, per i mesi di aprile e maggio».«Ci sarà una nuova primavera... Siamo fiduciosi, vivremo a casa» questi giorni di festa, «perché sarebbe irresponsabile» allentare le misure e il rispetto delle regole, dice ancora il presidente del Consiglio.
Il Consiglio dei ministri ha approvato la proroga del rinvio di udienze e sospensione dei termini su tutto il territorio nazionale fino al prossimo 11 maggio. Come negli interventi precedenti, sono esclusi tutti i procedimenti urgenti che si svolgono, in molti casi, da remoto grazie al ricorso alle tecnologie telematiche.
«Al di là del fatto che ammesso che ci sia una colpa, la colpa eventualmente è di entrambi, io non ritengo che ci siano delle colpe in questa situazione»: così il governatore Attilio Fontana ha replicato al Tg4 al premier Giuseppe Conte secondo cui la Regione perché potuto istituire una zona rossa ad Alzano e Nembro. «Forse - ha ammesso Fontana - su Alzano si sarebbe potuto fare qualcosa di più rigoroso ma dopo che era stata istituita una zona rossa» in tutta la Lombardia «noi non avevamo neanche da un punto di vista giuridico modo di intervenire».


Uno scenario quasi da apocalisse quello previsto dalla città di New York con la sepoltura temporanea delle vittime del coronavirus nei parchi pubblici della città, se il numero dei morti dovesse continuare a crescere in modo esponenziale. Lo ha rivelato in una serie di tweet il presidente del comitato sanitario della Grande Mela, Mark Levine. «L’obiettivo è evitare scene come in Italia, dove i militari sono stati costretti a raccogliere i corpi dalle chiese e alle volte dalle strade», ha detto Levine, riferendosi alle immagini del corteo dei mezzi militari italiani che trasportavano le bare che hanno fatto il giro del mondo.

Scatta l’obbligo delle mascherine da domani anche in Trentino dove i casi accertati sono in aumento: 3.111 totali, 69 in più rispetto a ieri.


Con un’ordinanza il sindaco di Bari Antonio Decaro obbliga la chiusura dei negozi per il 12 e il 13 aprile, a eccezione di farmacie e parafarmacie.


La Francia registra altri 833 morti nelle ultime 24 ore tra ospedali e case di cura, il più alto numero di vittime in un giorno dall’inizio dell’epidemia. Il totale dei decessi è 8.911. «Non abbiamo raggiunto il picco», ha avvertito il ministro della Salute, Olivier Veran.

Virologo Usa Fauci avverte: «Diventerà stagionale»
Il coronavirus rischia di diventare stagionale come l’influenza. È il monito lanciato dal virologo della task force della Casa Bianca, l’italo americano Anthony Fauci, in un’intervista a Cbs. «A meno che non si riesca a debellarlo a livello globale — ha detto —, ci sono molte probabilità che assuma una natura stagionale. Dobbiamo prepararci al fatto che con la prossima stagione vi sia un revival visto che è improbabile che si riesca a cancellarlo dalla faccia del pianeta».


Vertice in videoconferenza domani alle ore 15 tra il premier Giuseppe Conte e il Comitato tecnico scientifico. Al centro della riunione - alla quale parteciperanno anche diversi ministri - le misure di contenimento per l’emergenza in vista della cosiddetta «fase 2».

Ore 18:50 - La Francia chiede un fondo di solidarietà Ue: «Altrimenti non daremo via libera al pacchetto di misure europee»
La Francia insiste per inserire la sua proposta di un fondo temporaneo ed eccezionale di solidarietà per mutualizzare i debiti futuri in risposta alla crisi del coronavirus: «Vogliamo che questa proposta sia nel pacchetto iniziale Ue altrimenti non daremo l’assenso al pacchetto globale» che comprende il Mes light, l’operazione della Bei e lo Sure proposto dalla Commissione. Lo riferiscono alte fonti del governo francese alla vigilia dell’Eurogruppo d
i martedì 7 aprile. «Faremo di tutto per aiutare gli amici italiani e salvare il principio di solidarietà», aggiungono le fonti. Qui l’approfondimento sulle trattative in corso, a cura di Ivo Caizzi, corrispondente da Bruxelles.


L’Oms intende fornire ai Paesi coinvolti dall’epidemia dei «parametri precisi» da applicare per uscire dal lockdown e avviare la fase due. Lo ha annunciato il dottor Mike Ryan nel consueto briefing dell’Organizzazione sul coronavirus.

Ore 18:30 - Oltre 10 mila vittime negli Usa, Cuomo raddoppia le multe per chi viola le norme di distanziamento sociale
Negli Stati Uniti il Covid-19 ha provocato la morte di più di 10 mila persone. È quanto risulta dai dati diffusi oggi dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, secondo cui le vittime nell’intero Paese sono 10.252, di cui 4.758 a New York. Cuomo ha inoltre annunciato l’intenzione di raddoppiare la multa massima per chi viola le norme di distanziamento sociale, portandola a 1000 dollari.


Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha reso noto, durante la consueta conferenza stampa, di aver firmato un’ordinanza che prevede l’istituzione di un fondo per «destinare provvidenze ai familiari dei sanitari deceduti in questa emergenza». Borrelli ha ringraziato pubblicamente la famiglia dell’imprenditore Diego Della Valle, che ha dato il via all’iniziativa alimentando il fondo.

Ore 18.10 - Il nuovo bollettino della Protezione Civile
In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, almeno 132.547 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (+3.599 in più rispetto a ieri per una crescita del 2,8%). Di queste, 16.523 (+636, +4%) sono decedute e 22.837 (+1.022, +4,7%) sono state dimesse. Qui tutti i dati della Protezione Civile.


«Oggi anche i dati di Milano sono confortanti quindi li raccogliamo con buona soddisfazione»: sono i dati resi noti dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Nella provincia del capoluogo lombardo i positivi sono 11538 con una crescita di 308 nuovi positivi (ieri +411), mentre a Milano città ci sono 112 nuovi positivi per un totale di 4645 (ieri +171). Migliorano anche i dati a Brescia con +137 positivi per un totale di 9477 e Bergamo con +103 per un totale di 9815 positivi. Qui tutti i numeri nel bollettino diffuso dalla Regione Lombardia.

Le borse europee in rialzo
Le Borse europee chiudono in forte rialzo la prima seduta della settimana: i mercati guardano con fiducia al fatto che la battaglia contro il coronavirus inizi a fare qualche progresso in alcune aree, come l’Italia e la Francia, duramente colpite dalla pandemia. Negli Usa Donald Trump avverte che «le prossime due settimane saranno le più dure» ma il vicepresidente Mike Pence apre alla speranza: «Stiamo iniziando a vedere barlumi di progressi». A fare da traino anche Wall Street, che amplia i guadagni con il Dow Jones. Tutti i dettagli nell’approfondimento a cura della redazione di Corriere Economia.


Nel Regno Unito sono stati superati i 5 mila decessi di persone contagiate dal coronavirus: nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 439 morti, portando il totale a 5.373.


Sono oltre 10 milioni i lavoratori nei Paesi Ue già colpiti dalle conseguenze della crisi economica dovuta all’epidemia. Questa stima è stata diffusa dalla Confederazione europea dei sindacati (Ces) guidata dal segretario generale Luca Visentini. In una nota la Ces chiede all’Eurogruppo di domani di trovare un’intesa sul pacchetto di interventi da circa 500 miliardi di euro proposto da varie istituzioni Ue.


Uno dei medici in servizio nelle carceri bresciane di Verziano e in quello di Canton Mombello è morto per coronavirus. Salvatore Ingiulla era risultato positivo nelle scorse settimane. Sono 89 le vittime tra i camici bianchi.

Ore 17 - Negli Usa quasi 338 mila casi e 9.654 vittime
È salito a 337.971 negli usa il numero di persone contagiate, mentre le vittime sono 9.654. È il bilancio della Johns Hopkins University.


Al via la distribuzione agli Ordini dei medici della prima tranche di 620 mila mascherine FFP2. Lo rende noto il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici Filippo Anelli, che parla di «atto di grandissima attenzione da parte del ministro Roberto Speranza». È la prima tranche del milione di pezzi che la Protezione civile ha destinato agli Ordini territoriali dei medici.


L’impegno a far arrivare più liquidità nelle tasche degli agricoltori, a sburocratizzare gli iter, e con più tempo a disposizione per presentare le richieste per i pagamenti diretti e per quelli dello sviluppo rurale. Sono le iniziative della Commissione europea a sostegno del settore, presentate dalla presidente, Ursula von der Leyen, in un videomessaggio su Twitter. «Siamo al fianco degli agricoltori», ha affermato, con la promessa di varare «nuove azioni con l’evolvere della situazione».


«L’Europa si trova davanti alla più grande prova dalla sua nascita». Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel a Berlino in conferenza stampa. «Una grande prova per la salute, tutti i membri sono colpiti. Uno choc simmetrico, come si dice in gergo tecnico», ha sottolineato. «È interesse di tutti e della Germania che l’Europa ne esca forte».


Raggiunto l’accordo tra Mef-Farnesina sul sostegno all’export. A quanto di apprende, con « l’impegno del Ministro Luigi Di Maio, è stato potenziato il sostegno dello Stato per l’export delle nostre imprese. Lo Stato assicurerà 50 miliardi di garanzie date da Sace agli esportatori, liberando 50mld per nuove garanzie che consentiranno all’export di ripartire. A queste garanzie nel 2021 si aggiungono altri 200 mld per nuovi investimenti».


(Elisabetta Rosaspina) Per la prima volta dal 1933, nel pieno della II Repubblica, non ci saranno processioni a Siviglia, la capitale delle celebrazioni della Settimana Santa con 70 confraternite molte delle quali secolari. Orafi, artigiani, costumisti, orchestre che lavorano un anno intero per preparare cerimonie e coreografie, hanno dovuto chiudere bottega. Tra ordini inevasi e stagione turistica mancata, si parla per la città di un danno da 400 milioni di euro. Le confraternite, intanto, si organizzano su Facebook, Youtube e atri sociali sotto l’hashtag «#YoRezoEnCasa», «io prego a casa» (come seguire le celebrazioni della Settimana Santa in streaming).
Il governo svedese chiede poteri speciali per tre mesi per combattere l’epidemia. «La Svezia e il mondo si trovano in una situazione grave», ha dichiarato oggi la ministra della sanità Lena Hallengren in una nota. «Vediamo la necessità di essere in grado di agire rapidamente se la situazione lo richiede, per proteggere vite umane». Finora la Svezia ha mantenuto una strategia del «tutto aperto», ma a fronte di un aumento dei contagi e soprattutto dei morti, potrebbe presto allinearsi agli altri Paesi imponendo blocchi.


L’intesa trovata dal governo sul pacchetto liquidità alle imprese è «in grado di mobilitare risorse per oltre 750 miliardi di euro»: con il decreto imprese arrivano «oltre 400 in più rispetto ai 350 miliardi già previsti nel dl Cura Italia». Lo rendono noto fonti del ministero dell’Economia.
(di Marco Gasperetti) Doveva essere una messa in diretta streaming su Facebook per celebrare, nel migliore dei modi possibili e senza rischi, la Domenica delle Palme. E invece si è trasformata in un’operazione congiunta di carabinieri e polizia per bloccare una ventina di fedeli che, senza permesso, erano entrati in chiesa e che adesso rischiano, insieme al prete, una denuncia. Nella parrocchia di Santa Maria del Soccorso, uno dei templi cattolici più grandi della città, dovevano essere presenti solo sette persone, ma don Alessandro Merlino, il vice parroco che ha celebrato la messa, non ha chiuso il portone d’ingresso (almeno questa è la sua versione) e piano piano sono entrati uomini e donne, per lo più senza mascherine. Qualcuno li ha visti e ha telefonato a 112 e 113 e in pochi minuti sul posto sono arrivate tre pattuglie dei carabinieri e una della polizia. Tutti i non autorizzati trovati all’interno della chiesa sono stati identificati e adesso rischiano la multa e la denuncia ai sensi del Dpcm che impone restrizioni anti-coronavirus. Anche il sacerdote rischia multa e denuncia ma si è giustificato dicendo di aver dovuto lasciare la porta aperta della chiesa per garantire ai fedeli autorizzati di poter uscire. E dunque ha spiegato di non avere alcuna colpa se qualcuno è entrato in chiesa in cattiva fede. Qualcuno degli «intrusi» ha protestato appellandosi alla libertà di culto, altri hanno spiegato che la chiesa del Soccorso è enorme (cento metri di lunghezza e 60 di larghezza) e che dunque venti persone ben distanziate non potevano contagiare nessuno. Qui un altro caso di persone in chiesa in Calabria.


Saranno disponibili dalla «metà di questa settimana» nelle farmacie della Lombardia le mascherine gratuite: lo sottolineano in un comunicato congiunta Regione, Federazione dei Farmacisti Lombardi, Federfarma Lombardia e Assofarm. «Abbiamo previsto di destinare per questa iniziativa oltre 300 mila mascherine che sono già presso il magazzino regionale - spiega la nota -. Insieme alle associazioni di categoria stiamo ultimando le modalità distributive che inizieranno nella giornata di oggi». Le mascherine saranno «destinate ai clienti delle farmacie con riferimento alle fasce della popolazione più fragili e insieme stiamo definendo i criteri per la consegna».


«Io sono fiducioso che entro domani sera si possa arrivare a una decisione comune». Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz rispondendo ad una domanda in conferenza stampa alla vigilia dell’eurogruppo di domani sui mezzi da usare per reagire agli effetti della pandemia. Nel caso di un ricorso al Mes ha precisato che «non si tratta di far arrivare un commissario e una troika» come accadde dieci anni fa, ribadendo che l’opzione di un ricorso al meccanismo europeo di stabilità non significherebbe un ritorno alla situazione della crisi finanziaria che l’eurozona ha alle spalle. Il Mes sarebbe invece uno degli strumenti indicati per combattere gli effetti della crisi e stabilizzare la situazione.


«Ieri sera, su consiglio del mio dottore, sono andato in ospedale per alcuni test di routine poiché sto ancora riscontrando i sintomi del coronavirus. Sto bene e mi tengo in contatto con la mia squadra, mentre lavoriamo insieme per combattere questo virus e proteggere tutti». Così in un tweet il premier britannico, Boris Johnson, ricoverato ieri a causa della persistenza di febbre alta e tosse. «Vorrei ringraziare tutto il brillante personale del Servizio sanitario nazionale che si prende cura di me e degli altri in questo momento difficile. Siete il meglio della Gran Bretagna. State al sicuro e restate a casa per proteggere il servizio sanitario nazionale e salvare vite umane», ha aggiunto Johnson che rimane in ospedale.


Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri hanno sottoscritto una convenzione grazie alla quale tutti i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri. Il servizio non potrà essere reso a coloro che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione


Alle 12 di oggi, lunedi’ 6 aprile, si legge in una nota dell’Istituto nazionale per la previdenza sociale, «le domande per prestazioni Inps previste dal decreto Cura Italia, pervenute telematicamente, sono 3.492.156 per piu’ di 6,8 milioni di beneficiari, cosi’ suddivise: indennita’ 600 euro, 3.058.726; congedi parentali, 190.243; bonus baby sitting, 31.480; Cigo, 138.007 domande per 2.225.971 beneficiari; assegno ordinario, 73.700 domande per 1.299.997 beneficiari».


Il Fondo presso le Pontificie Opere Missionarie ha l’obiettivo di aiutare le persone e le comunità che sono state tragicamente colpite dal virus. Sarà utilizzato per accompagnare le comunità colpite nei Paesi di missione attraverso le strutture e le istituzioni della Chiesa. Papa Francesco ha destinato la somma di 750 mila di dollari Usa come contributo iniziale e ha chiesto sostegno alle realtà della chiesa che possono di contribuire.


In arrivo altri 8 miliardi di euro dalla Ue alle Pmi. La Commissione europea ha sbloccato 1 miliardo di euro dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis) che farà da garanzia per il Fondo europeo per gli investimenti (Fei), parte del gruppo Banca europea per gli investimenti, il quale emetterà garanzie speciali pari a 8 miliardi per incentivare le banche e altri finanziatori a fornire liquidità ad almeno 100 mila Pmi europee colpite dalla crisi.


Sono circa 700 mila i casi di coronavirus evitati in Cina con le misure adottate nei primi 50 giorni dell’epidemia; in più le misure hanno garantito un ritardo di alcuni giorni nella diffusione del contagio ad altre città cinesi fuori Wuhan, un ritardo sostanziale che ha permesso alle altre città di prepararsi in tempo all’arrivo del virus. Lo rivela un lavoro pubblicato sulla rivista Science e basato su una vasta mole di dati sugli spostamenti avvenuti dentro la Cina nei primi 50 giorni di epidemia, messi a confronto con gli spostamenti avvenuti nello stesso periodo negli scorsi anni. In questo modo gli autori hanno stimato il numero di casi che si sarebbero verificati nelle città cinesi se non ci fossero state limitazioni agli spostamenti interni alla nazione, basandosi sugli spostamenti avvenuti nello stesso periodo negli anni scorsi. «Il numero dei casi confermati in Cina al 50esimo giorno di epidemia (19 febbraio) è di circa 30.000» - ha detto l’autore del lavoro Christopher Dye, della University of Oxford. «La nostra analisi suggerisce che senza il divieto di spostarsi da Wuhan ci sarebbero stati oltre 700.000 casi in più di Covid-19 fuori la città di Wuhan entro il 18 febbraio. Le misure di controllo adottate in Cina sembrano aver funzionato - ha concluso - rompendo la catena di trasmissione - prevenendo i contatti tra individui infettati e persone vulnerabili».


Si stanno muovendo soprattutto sul piano documentale, con l’analisi dei tantissimi esposti e denunce arrivati e delle carte presentate dalle varie strutture, le indagini aperte dalla Procura di Milano sui casi di contagi da Coronavirus nelle residenze sanitarie assistenziali milanesi, dove decine e decine di anziani sono morti e molti operatori si sono ammalati. Tra i vari fascicoli già aperti in questi giorni, per diffusione colposa di epidemia e reati in materia di sicurezza del lavoro, anche quello, come si era saputo già il 2 aprile, nato dalle denunce di lavoratori dello storico Pio Albergo Trivulzio, dove nel mese di marzo sono morti 70 anziani.


La Francia dovrebbe scontare nel 2020 la sua più forte recessione dal 1945: lo ha detto il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire.


È stata una messa in piena regola quella svoltasi ieri a Filadelfia, nel Vibonese, come se l’emergenza sanitaria non ci fosse, con tanto di comunione e cittadini devoti in fila per ricevere l’ostia, in contrasto con le disposizioni di sicurezza governative in materia di coronavirus e con le raccomandazioni dello stesso vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Luigi Renzo. Niente porte chiuse ai fedeli, quindi, per la celebrazione della domenica delle Palme. I parrocchiani sono regolarmente entrati per assistere alla messa, mentre in Vaticano il Papa celebrava il rito in una piazza San Pietro deserta. L’evento religioso è stato, peraltro, trasmesso in streaming sui social network e ripreso con i telefonini da alcuni fedeli. Ferma la presa di posizione sull’accaduto da parte del sindaco, Maurizio De Nisi: «La polizia municipale ha adottato tutti i provvedimenti previsti dai decreti ministeriali per il contenimento del Covid-19».


Sono oltre 70 mila i morti in tutto il mondo per coronavirus. Il dato emerge da un conteggio realizzato dall’Afp su dati ufficiali.


I positivi, ricoverati all’Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, sono in totale 185. Di questi, 19 pazienti necessitano di supporto respiratorio. Lo riporta il bollettino quotidiano dell’Inmi Spallanzani.


La città di Guayaquil, nel sud-ovest dell’Ecuador, si è dotata di oltre 4mila bare di cartone per accelerare le sepolture dei corpi che continuano ad accumularsi a seguito dell’emergenza sanitaria da coronavirus. Lo riferisce l’agenzia Efe. Circa 3mila cadaveri sono stati raccolti dall’esercito e dalla polizia, che li hanno prelevati da case, strade e ospedali negli ultimi giorni. Si tratta in molti casi di membri di famiglie con scarse risorse e che non possono dunque farsi carico delle spese per il funerale.


È in dirittura d’arrivo, e si definirà a breve, la scelta dei target di popolazione su cui saranno effettuati i test sierologici a larga scala per avere un quadro della diffusione epidemiologica dell’infezione da SarsCov2. Lo afferma il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli: «Stiamo definendo il dimensionamento campionario tenendo conto di vari criteri, tra cui quello dei profili lavorativi in relazione alle attività» più strategiche in vista della fase 2 della riapertura.


Ferrara apripista in Emilia-Romagna sull’obbligo di mascherine per la popolazione: il sindaco Alan Fabbri (Lega) ha emesso un’ordinanza che obbliga all’uso del dispositivo di protezione in tutti i locali aperti al pubblico, come farmacie, supermercati o uffici. L’obbligo entra in vigore a partire da domani, martedì 7 aprile, su tutto il territorio cittadino. «Si tratta - spiega il Comune in una nota - di un’ulteriore misura per contrastare quanto più possibile la diffusione del virus: Ferrara è una realtà virtuosa per il basso numero di contagi e vogliamo che rimanga tale». A Ferrara da domani tutti dovranno coprire naso e bocca per accedere a qualsiasi locale aperto al pubblico come misura ulteriore di contenimento del coronavirus oltre a quelle già prescritte dall’Istituto superiore di sanità come il distanziamento sociale e l’igienizzazione delle mani. Per i trasgressori previste multe da 400 a 3mila euro.


Con gli 11mila di ieri salgono ad oltre 20mila le persone denunciate nel weekend dalle forze dell’ordine per il mancato rispetto delle misure di contenimento del Coronavirus. Ieri sono stati 186.741 i controllati: 11.022 sono stati sanzionati per i divieti di spostamento, 47 per false dichiarazioni e 25 per violazione della quarantena. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 66.538: 115 titolari sono stati sanzionati, per 24 è stata decisa la chiusura dell’attività. Sabato i denunciati erano stati circa 9.500; i trasgressori aumentano, dunque.


Il decreto imprese e il decreto scuola saranno entrambi esaminati nel Consiglio dei ministri che sta per iniziare. È quanto viene confermato dall’ordine del giorno della riunione che, al primo punto, porta l’esame del provvedimento con cui il governo darà garanzie statali ai prestiti bancari a Pmi e grandi aziende. Il tema dell’erogazione della liquidità e quello del rinvio delle scadenze fiscali, tuttavia, non esaurisce il decreto imprese. Nel provvedimento viene inserito anche il capitolo dell’estensione del golden power, quello sulla giustizia e il rinvio delle amministrative al prossimo autunno. Il titolo del decreto infatti recita: «misure in materia di accesso al credito e rinvio di adempimenti per le imprese, nonché do poteri speciali nei settori di rilevanza strategico e di disciplina dei termini in tema di consultazioni elettorali e di giustizia». Un ulteriore decreto, al secondo punto dell’Odg, riguarda invece le «misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato».


Quattro pazienti di Covid-19 su cinque sarebbero asintomatiche. A dirlo è il British Medical Journal che pubblica una notizia elaborata da dati condotti in Cina. Le autorità cinesi hanno infatti, iniziato, lo scorso primo aprile, a pubblicare il numero di nuovi casi asintomatici di coronavirus. I dati del primo giorno (il 1 aprile, appunto) suggeriscono come circa 4 infezioni su 5 non abbiano accusato sintomi. «Molti esperti - si legge sull’articolo - ritengono che casi inosservati e asintomatici di infezione da coronavirus possano essere un’importante fonte di contagio». Nel dettaglio, facendo riferimento alla ricerca cinese, sono risultate senza sintomi 130 persone su un totale di 166 identificate (il 78%). La maggior parte dei 36 casi positivi e sintomatici hanno riguardato arrivi dall’estero.


«Siamo l’unico Comune in Puglia ad aver provveduto a questa direttiva. Lavoriamo sempre per voi». Così, in un post, il comandante della Polizia locale di Noicattaro (Bari) Andrea Lucatorto annuncia che è in vigore da oggi l’ordinanza emanata dal sindaco Raimondo Innamorato che impone l’obbligo di indossare «mascherine o altri sistemi di protezione della bocca e del naso (quali sciarpe, foulard e simili qualora non sia stato possibile reperirle), allorquando gli stessi cittadini accedono, negli orari di apertura agli esercizi commerciali, farmacie, uffici pubblici, uffici postali, banche, e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente».


Ci saranno risposte «in tempi brevi» ed in «pochi giorni» si avrà la validazione dei test sierologici da poter usare su larga scala su campioni della popolazione. Lo afferma il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli. La validazione dei test avverrà, spiega, «sulla base di 4 criteri e dovranno essere test con una valenza nazionale, in modo che non vi sia il rischio di difformità tra le varie Regioni».


Agustin Rodriguez, ex portiere del Real Madrid e del Tenerife, ha riferito - secondo quanto riporta il quotidiano Sport - di avere sconfitto il coronavirus, che aveva contratto una ventina di giorni fa. «Fortunatamente sto bene, adesso posso fare tutto, ma all’inizio mi sono sentito male e per alcuni giorni ho temuto il peggio - le parole di Augustin -. È stata una settimana orribile. Temevo si riproducessero polmonite e influenza, che già quattro anni fa mi avevano colpito». «Ho accusato un disagio generale, con dolori in tutto il corpo, un gran mal di testa e alla schiena. Non riuscivo nemmeno a dormire. Sono rimasto in isolamento in una stanza per 15 giorni. Ho avuto paura, perché avevo difficoltà a respirare. La febbre mi è salita fino a 38 gradi», ha aggiunto l’ex portiere, che ha confessato di avere «perso circa sei chili». Agustin ha sottolineato che adesso «bisogna davvero sostenere la salute pubblica e non solo uscire per applaudire sui balconi».


La nave Grimaldi Lines con a bordo 105 italiani, bloccati in Africa dall’emergenza coronavirus, e proveniente da Tunisi sta entrando in questi minuti nel porto di Salerno. L’attracco è previsto al molo Ponente dello scalo portuale salernitano. I passeggeri, all’arrivo, saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea tramite termoscanner, mentre sono ancora a bordo, da due medici. Una volta a terra, anche con il contributo di volontari, saranno sottoposti al test rapido per verificare l’eventuale contagio da Covid-19. Le operazioni, coordinate dalla prefettura di Salerno, vedono un dispiegamento di forze e di sanitari del dipartimento di prevenzione dell’Asl perché lo sbarco avvenga nel massimo rispetto dei protocolli. La maggior parte dei passeggeri sono italiani che lavorano in Tunisia, ma c’è anche qualche turista andato in Africa prima del blocco anticontagio.


Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il generale di corpo d’Armata Salvatore Farina, è risultato negativo ai due tamponi consecutivi previsti dai protocolli sanitari per accertare la guarigione dal Covid 19 ottenendo così il via libera per «tornare sul campo al fianco di tutti gli uomini e le donne che in questi giorni si stanno battendo insieme al resto del Paese per contenere e contrastare la diffusione del Covid 19». Lo fa sapere lo Stato maggiore dell’Esercito. «Sono guarito e sono rientrato nel pieno delle mie capacità. Voglio ringraziare tutti i medici, gli infermieri e gli operatori della sanità, civile e militare, che sin dall’inizio di questa emergenza hanno fatto e continuano a fare moltissimo per il nostro Paese», ha detto il generale Farina.


Nelle ultime 24 ore la Spagna ha registrato 637 decessi con coronavirus. Si tratta del numero più basso di vittime in 24 ore dal 24 marzo. Il totale dei decessi sale a 13.055 e i contagiati sono oltre 135 mila.


Negli ultimi giorni il traffico aereo fra l’Europa e gli Stati uniti «è stato circa l’82% più basso rispetto al 2019». Lo comunica su Twitter Eamonn Brennan, direttore generale di Eurocontrol, l’organizzazione intergovernativa che coordina il controllo del traffico aereo a livello europeo. In base ai dati di Eurocontrol, dal 29 marzo il traffico aereo fra i due continenti sta subendo un calo uguale o superiore all’80% rispetto al 2019


Le misure di prevenzione e contenimento dell’epidemia, adottate a causa della diffusione del nuovo coronavirus, diverranno probabilmente la normalità a Pechino sul lungo periodo. Lo ha detto ieri il portavoce del governo municipale, Xu Hejian, direttore dell’ufficio informazioni della capitale cinese.


«Sono già partiti i camion per la distribuzione ai Comuni» toscani delle mascherine da consegnare ai cittadini: lo ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, a Radio Popolare. «Ho chiesto ai sindaci - ha ricordato - che vengano distribuite porta a porta per evitare assembramenti altrimenti si rischia di far peggio. Sono circa 2-3 mascherine a testa: non sono certo sufficienti ma sono un primo segnale a cui ne vogliamo far seguire altri».


L’Austria dopo Pasqua, dal 14 aprile, riaprirà a tappe gli esercizi commerciali. In un primo momento riprenderà l’attività dei negozi con meno di 400 metri quadri, i vivai e i centri fai da te. I primi di maggio dovrebbe invece riprendere l’attività di tutto il settore commerciale, anche dei parrucchieri, ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz.


La madre era morta un mese fa per cause naturali, il fratello dieci giorni fa per Covid. E lui, 51 anni, a sua volta positivo al virus, disoccupato, da allora era rimasto solo in casa e da diversi giorni non riusciva a procurarsi nemmeno il cibo a causa delle sue condizioni di salute e di indigenza. L’hanno scoperto nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Garlasco (Pavia), che hanno provveduto a recapitare all’uomo diversi generi alimentari cucinati e donati dal titolare di un ristorante che è voluto restare anonimo.


La notte scorsa i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli hanno sdoganato all’aeroporto di Malpensa 2,4 milioni di mascherine Ffp2 provenienti da Shenzhen, in Cina. Poco prima era giunto anche un altro volo da Seul che trasportava ulteriori 4,5 milioni di mascherine chirurgiche.


Il premier del Giappone Shinzo Abe ha proposto lo stato d’emergenza a seguito dell’espansione a ritmo sempre più allarmante del coronavirus, in particolare a Tokyo. Il decreto, secondo i media locali, sarà effettivo da martedì e il provvedimento, che riguarda un totale di 7 prefetture, avrà efficacia fino al 6 maggio. I casi di contagi di coronavirus nella capitale hanno superato nel fine settimana pr la prima volta quota 1.000.


Erano 150 gli anziani ospiti nella alla Fondazione Sant’Andrea a Clusone, in provincia di Bergamo: nell’ultimo mese ne sono morti 52. Un terzo se li sarebbe portati via il Coronavirus anche se nessun referto li ha mai identificati come Covid positivi perché «qui non è venuto nessuno a fare i tamponi», ha raccontato Katia, infermiera della struttura che ora attende anche l’arrivo di pazienti Covid dimessi dagli ospedali. Da fine febbraio «abbiamo mandato via in ambulanza 4 ospiti: stavano troppo male. Non sono più tornati indietro. Solo a loro sono stati fatti i tamponi e sono gli unici contagi da coronavirus di cui abbiamo la certezza». Ma per Katia i sintomi degli anziani deceduti nella struttura erano chiari: «Febbre alta, oltre i 39, crisi respiratorie improvvise con saturazione che crollava a 50 e che nemmeno con l’ossigeno si riusciva a riportare» nella norma. Anche tra il personale sanitario il numero dei contagi è allarmante: «Tra i 12 infermieri, 8 contagiati. Su 4 medici, 3 positivi» compreso «il direttore sanitario». Lentamente stanno guarendo o uscendo dalla quarantena e torneranno operativi.


Sei giovani che nella serata di sabato si erano ritrovati a casa di uno di loro, in un appartamento alla periferia di Pavia, per trascorrere qualche ora all’insegna di alcol e divertimento, si sono visti infliggere una multa complessiva di 2.400 euro (400 euro a testa). La festa che avevano organizzato non è infatti consentita dal decreto del governo (che vieta gli assembramenti anche tra le mura domestiche) per il contenimento del coronavirus. A darne notizia è oggi il quotidiano «La Provincia pavese». I sei amici hanno iniziato a bere e a fare schiamazzi. Le loro urla hanno infastidito i vicini, che a quel punto hanno avvisato la polizia. Un equipaggio della Volante è arrivato subito sul posto: per i sei ragazzi è scattata la sanzione.


«Sabato abbiamo iniziato a prendere i contatti con Federfarma e stiamo organizzando una distribuzione di 300 mila mascherine da dare gratuitamente alle fasce più deboli» come «gli over 65» o «coloro che hanno l’esenzione per patologia o reddito». Lo ha spiegato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, in collegamento con Mattino Cinque. «Sono un contingente limitato circa 100 a farmacia» ha precisato Gallera, aggiungendo che un’altra parte di mascherine sarà distribuita «dai sindaci e dalla protezione civile», sempre ai cittadini più deboli.


Nel periodo 2018-2019, il 33,8% delle famiglie non avevano computer o tablet in casa, la quota scende al 14,3% tra le famiglie con almeno un minore. Solo per il 22,2% delle famiglie ogni componente ha a disposizione un pc o tablet. Lo rileva l’Istat nella ricerca «Spazi in casa e disponibilità di computer per bambini e ragazzi». La percentuale di famiglie senza computer supera il 41% nel Mezzogiorno, con Calabria e Sicilia in testa (rispettivamente 46% e 44,4%). Oltre un quarto delle persone vive in condizioni di sovraffollamento abitativo, la quota sale al 41,9% tra i minori.


«Alcune decisioni sono state prese mentre si era dentro uno tsunami. Bisognava decidere se lasciare in strada malati gravi o se dare loro assistenza». Così il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, si è difeso dalle accuse di aver mandato alcuni contagiati da Coronavirus dentro le case di riposo e di aver così innescato il contagio. Fontana ne ha parlato a Radio 1.


Il Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco Nicola Magrini si è sottoposto a tampone ed è risultato positivo al Coronavirus. Da ieri, rende noto l’Aifa, come previsto dalla normativa, è in isolamento. Magrini sta bene e continuerà a svolgere il suo lavoro da remoto. Tutti coloro che sono stati in stretto contatto con lui saranno in isolamento domiciliare fino a verifica del loro stato rispetto al virus Covid-19.


Le chiusure statali negli Usa hanno reso inattiva almeno un quarto dell’economia Usa per colpa del Coronavirus. Non era mai successo prima. Lo rivela il Wall Street Journal, sulla base di un’indagine commissionata a Moody’s, da cui trapela che 8 conteee su 10 sono in lockdown negli Stati Uniti. In altre parole 41 Stati federali hanno ordinato a diverse alcune aziende di chiudere i battenti per ridurre la diffusione del coronavirus: ristoranti, università, palestre, cinema, parchi pubblici, boutique e milioni di altre attività «non essenziali» hanno spento le luci. Risultato: la produzione giornaliera degli Stati Uniti è diminuita di circa il 29%, rispetto alla prima settimana di marzo, prima dell’ondata di chiusure.


«Stanotte sono arrivate 9 milioni di mascherine»: lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio accogliendo a Fiumicino un carico di aiuti inviato dagli Emirati Arabi Uniti. «La solidarietà nei confronti dell’Italia in questo momento - ha aggiunto Di Maio in diretta Facebook - è tanta. Ci sono banalissimi dibattiti su quante ne produciamo noi e quante ne sono donati. Non è il tema, il tema è salvare vite umane».


Inizieranno questa settimana in Campania i test rapidi per detenuti e agenti per un primo screening orientativo finalizzato a prevenire la diffusione del coronavirus. Lo rende noto Ciro Auricchio, dell’Uspp, che esprime «soddisfazione» per l’iniziativa. «I controlli negli istituti penitenziari riguarderanno circa 4mila poliziotti e il personale medico e paramedico - fa sapere Auricchio - personale sotto ulteriore stress in queste settimane a causa delle proteste che si stanno verificando talvolta generate da notizie, non sempre veritiere, di casi di positività».


Sono 110.123 i casi di contagio da coronavirus in Germania e 1584 le vittime. È quello che scrive la John Hopkins University. Secondo questa fonte sono 28.700, inoltre, i pazienti ricoverati (con un sorpasso su quelli italiani). Il Robert Koch Institut segnala invece 95.391 contagiati registrati elettronicamente e 1434 morti.


Il primo ministro britannico Boris Johnson sta meglio e ci aspettiamo che torni nel suo ufficio il prima possibile: lo ha assicurato Robert Jenrick, segretario di Stato. «Starà in ospedale tanto tempo quanto sarà necessario ma mi aspetto di vederlo al numero 10 di Dowing Street al più presto».


Il Consiglio dei ministri con all’ordine del giorno le misure sulla liquidità alle imprese si riunirà alle 11. Lo annuncia il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, a Radio24. Nel decreto, ha aggiunto, ci sarà anche un adeguamento della norma `Golden power´: «Sarà allargato molto il campo di applicazione» sia in termini di quote che di settori. Il testo del decreto, aggiunge, «è stato discusso ieri pomeriggio ma il Cdm ha dei margini di approfondimento: è un testo particolarmente articolato» e ci sarà una garanzia pubblica di liquidità per tutte le tipologie di imprese in particolare le piccole e medie imprese”.


«L’ospedale in Fiera a Milano è stato pensato all’inizio come posto per la terapia intensiva, quindi per la preparazione e la formazione del personale serve più tempo. Altri sono entrati in funzione più velocemente perché ospitano malati meno gravi. Oggi entrano i primi pazienti e da qui a 15 giorni entreranno i 53 pazienti previsti». Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervenendo ad Agorà su Rai3.


Chiusura in netto rialzo per la Borsa di Tokyo. L’indice Nikkei ha chiuso guadagnando il 4,24% a 18.576 punti. La piazza finanziaria ha messo a segno considerevoli rialzi nonostante l’annuncio considerato imminente (potrebbe arrivare già domani) dello stato di emergenza in Giappone di fronte all’emergenza di coronavirus. Una misura già ampiamente prevista dagli investitori.


L’Onu chiede un divieto in tutto il mondo dei mercati in cui si vendono animali selvatici: è stato proprio infatti da un mercato di questo tipo, a Wuhan, in Cina che sarebbe partita l’epidemia da nuova coronavirus che sta ora dilagando nel mondo. Ora Elizabeth Maruma Mrema, responsabile ad interim ad interim della convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità, ha affermato che i Paesi, per evitare future pandemie, dovrebbero vietare i mercati dove si vendono animali, vivi o morti, destinati al consumo umano. Nelle scorse settimane la Cina ha emanato un divieto temporaneo ai mercati di fauna selvatica ma non ha ancora reso permanente il bando.


La Commissiona sanitaria nazionale cinese ha riferito di aver ricevuto segnalazioni di 39 nuovi casi confermati di Covid-19 nelle ultime 24 ore nella Cina continentale, di cui 38 importati. L’unico nuovo caso interno è stato segnalato nella provincia del Guangdong, secondo la commissione. Sempre ieri, è stato segnalato un decesso nella provincia di Hubei, focolaio della pandemia, e dieci nuovi casi sospetti, tutti di importazione. Secondo la commissione, 114 persone sono state dimesse dagli ospedali del paese, mentre il numero di casi gravi è diminuito di 30 unità a 265. La Cina in totale ha registrato 951 casi importati.


Sono più di centomila le persone contagiate dal coronavirus in Germania. Lo rende noto la Johns Hopkins University, che parla di 100.123 persone che hanno contratto il Covid-19 in Germania. Il giorno precedente i contagi erano 91.100. Sono invece almeno 1.584 le persone morte dopo aver contratto il Covi-19 in Germania. Lo Stato della Baviera è quello più colpito, con oltre 24mila casi e 383 morti.


Il premier britannico Boris Johnson ha trascorso la notte in un ospedale del centro di Londra: è stato ricoverato domenica per essere sottoposto a esami ed essere seguito più attentamente perché i suoi sintomi di coronavirus continuano. Downing Street insiste sul fatto che rimane «responsabile del governo».


Altre 1.200 persone affette dal coronavirus sono morte in 24 ore negli Stati Uniti, secondo il conteggio pubblicato dalla Johns Hopkins University. Il paese registra un totale di 337.072 casi di infezione e 9.633 decessi, secondo il database. “Nei prossimi giorni verrà raggiunto il picco della pandemia”, ha annunciato il presidente Donald Trump, annunciando che negli Stati Uniti sono stati effettuati 1,6 milioni di test («più di ogni altro Paese»): «Vediamo la luce in fondo al tunnel». Ancora drammatica la situazione a New York, dove è stata annunciata la morte di 22 dipendenti della società che gestisce la rete della metropolitana, positivi al coronavirus.

Football news:

La Juventus è Interessata al difensore di Verona Kumbula
Favre su 6:1 con Paderborn: in pausa ho detto una frase: è necessario continuare in questo modo
Valencia sulle parole di Gasperini sull'infezione da coronavirus: queste azioni hanno messo a rischio molte persone
Mortin = Smirnov, Rybus = Matteus, McManaman = Mamanov: Dizionario dei nomi di Yuri Semin
Ex giocatore della Juve Brady: per il calcio italiano sarebbe bene se lo scudetto prendesse qualcun altro
Valencia sulla situazione con Garay: il club è sorpreso dalla sua dichiarazione. Il giocatore stesso ha rifiutato tutte le offerte per il nuovo contratto
Sancho ha battuto il record di Havertz, diventando il giocatore più giovane a segnare 30 gol in Bundesliga