Italy

Processo Rocchelli: Vitaly Markiv condannato a 24 anni di reclusione

Il pm aveva chiesto la condanna a 17 anni

Il fotoreporter pavese di 30 anni venne ucciso il 24 maggio 2014 nella regione del Donbass dove stava effettuando un reportage sulle sofferenze della popolazione civile nel conflitto tra esercito ucraino e filorussi

12 luglio 2019La Corte d'Assise di Pavia ha condannato a 24 anni Vitaly Markiv, il 29enne militare della Guardia nazionale ucraina, unico imputato nel processo per l'omicidio di Andrea Rocchelli, il fotoreporter pavese di 30anni ucciso il 24 maggio 2014 nella regione del Donbass dove stava effettuando un reportage sulle sofferenze della popolazione civile nel conflitto tra esercito ucraino e filorussi.. Il pm Andrea Zanoncelli aveva chiesto la condanna a 17 anni per concorso in omicidio mentre la difesa aveva chiesto l'assoluzione per non aver commesso il fatto.

Questa mattina, nell'udienza in corso alla Sala dell'Annunciata di Pavia (gremita di giornalisti, troupe televisive italiane, ucraine e di altri Paesi, oltre che di numerosi cittadini ucraini) Markiv ha rilasciato una dichiarazione spontanea.   "Sono innocente e ho fiducia nella giustizia italiana - aveva dichiarato Markiv - Sono un soldato che ha sempre servito con onore il mio Paese". Nell'agguato di cinque anni fa oltre a Rocchelli venne ucciso anche il giornalista russo Andrei Mironov, mentre il fotografo francese William Roguelon rimase gravemente ferito ma riuscì a salvarsi. Il pm Zanoncelli ha rinunciato questa mattina alla controreplica. Annamaria Gatto, presidente della Corte d'Assise di Pavia, si è riunita in camera di consiglio insieme agli altri giudici togati e popolari, annunciando che la sentenza sarà letta attorno alle 14.

Football news:

Chelsea darà Drinkwater al terzo contratto di locazione-Kasympasha. Non ha giocato da febbraio
Neymar: sono diventato un'icona e un idolo nel calcio. Il coraggio è la mia principale virtù
Ole-Gunnar Sulscher: il Liverpool vuole battere tutto. Il manchester United sa che può vincere chiunque
Messi ha perso l'allenamento del Barça di oggi
Nella corsa presidenziale del Barça sono rimasti tre candidati (un altro recitato in lacrime). Ecco i loro programmi e piani per Messi
Rashford-Rooney: uno dei più grandi. Giocare con te è stato un sogno diventato realtà
Zlatan non ha permesso a Kalulu di giocare con i guanti: come può un giovane quarterback debuttare così? Di certo non spaventa gli attaccanti