Italy

Quasi 400 vetture in gara alle Mille Miglia 2021

Dal 16 al 19 giugno

Invertito il senso di marcia, verso Roma lungo il Tirreno. Una passerella d'eccezione per preziose auto da collezione 

Foto d'archivio
12 maggio 2021Dopo essere stata spostata lo scorso anno ad ottobre, per la pandemia, l'edizione 2021 della 1000 Miglia torna nel primo semestre, avvicinandosi alla sua tradizionale collocazione di maggio.

Oggi a Brescia, in concomitanza con quella che era la data originale - il 12 maggio - gli organizzatori della corsa 'più bella del mondo' hanno ufficializzato la partenza da Brescia delle 375 auto ammesse in gara - oltre ad alcuni esemplari di particolare pregio iscritti in Lista Speciale - il prossimo 16 giugno con ritorno sabato 19.

Lungo tutta la lunghezza del percorso saranno all'incirca duecento i Comuni attraversati dalla competizione che, come di consueto, vedrà il giro di boa a Roma al termine della seconda giornata di gara. Per la prima volta nella storia della 1000 Miglia rievocativa - riprendendo il senso antiorario di alcune edizioni della corsa di velocità disputata tra il 1927 e il 1957 - il senso di marcia della gara sarà invertito, scendendo verso Roma costeggiando il Tirreno, mentre il ritorno si farà sull'altro versante della Penisola, con i passaggi tradizionali da Arezzo, Bologna, Modena e Verona. 

La 1000 Miglia 2021 è inoltre caratterizzata dal tema 'Crossing the Future', un claim che arricchisce il logo di questa edizione e che incarna perfettamente la doppia anima dell'evento, che oggi congiunge da una parte tradizione e heritage e dall'altra innovazione e sperimentazione. Crossing the Future è infatti il file rouge che unisce la storica1000 Miglia, all'epoca vetrina delle auto più tecnologiche e innovative, con la 1000 Miglia rievocativa. E che propone lo stesso obiettivo affiancando alle auto d'epoca quelle elettriche della 1000 Miglia Green e le moderne supercar e hypercar della 1000 Miglia Experience. 

"1000 Miglia è sempre stata una finestra sul futuro dell'automobile - ha spiegato in una conferenza via web Alberto Piantoni, amministratore delegato di 1000 Miglia Srl - dal 1927 al 1957, la gara è stata sinonimo di sperimentazione, innovazione tecnologica e futuro dell'automobile. Oggi vogliamo riportare in vita lo stesso spirito e l'audacia di quegli anni per rispondere alle sfide che caratterizzano la mobilità e il mondo di oggi, a partire proprio dal tema della sostenibilità. Lo abbiamo fatto, per esempio, con l'introduzione delle auto elettriche della 1000 Miglia Green che dal 16 al 19 giugno dovranno ripercorrere questa sfida in modalità elettrica". 

Rinnovato anche per il 2021 l'appuntamento con il Green Talk, la tavola rotonda organizzata da 1000 Miglia e Fondazione Symbola e dedicata al tema della mobilità sostenibile, alle sfide e alle tendenze del futuro dell'automotive; giunto quest'anno alla terza edizione, il Green Talk è in calendario per martedì 15 giugno, proprio alla vigilia della partenza, e verrà trasmesso in diretta streaming dal Museo Mille Miglia. "Durante il Green Talk faremo il punto sulle sfide che l'industria dell'automotive, a partire proprio dalla città di Brescia, un distretto importante per questo settore, si appresta ad affrontare - racconta nuovamente Piantoni - Si parlerà non solo di auto, ma anche di smart city e delle tecnologie del futuro che impatteranno sul nostro modo di vivere". 

Football news:

Allenatore della Nazionale Scozzese Clark: durante la fase a gironi ci sono stati molti buoni momenti, ma non punti segnati
L'Inghilterra è il vincitore più noioso della band nella storia. Sono bastati due gol! 😳
Dalic-i tifosi Dopo L'ingresso nei playoff di Euro: tu sei la nostra forza e noi saremo il vostro orgoglio
Luka Modric è diventato L'autore più giovane e più vecchio del gol della Croazia per L'Euro
Allenatore Ceco Shilgava: siamo usciti dal gruppo e abbiamo lottato con L'Inghilterra per il primo posto. Hanno ottenuto ciò che volevano
Gareth Southgate: L'Inghilterra ha voluto vincere il gruppo e continuare a esibirsi a Wembley - ed è riuscito
Luka Modric: quando la Croazia gioca così, siamo pericolosi per tutti