This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Ritrovato in autostrada che camminava a fatica, la storia del cane Lino: ora cerca il calore di una famiglia

VERONA. Camminava a fatica lungo l'autostrada a pochi centimetri dalle auto che sfrecciavano velocissime con il rischio di venirne travolto. Portato in salvo da un volontario di 'Centopercentoanimalisti' ora cerca una famiglia.

E' questa la storia di Lino, un 'pelosone' a quattro zampe, che possiamo dire quasi miracolato per il fatto di non essere stato investito. Tutto è iniziato mercoledì 29 settembre quando un appartenente al movimento animalista stava percorrendo l'autostrada tra Verona est e Verona sud. Ad un certo punto, sulla corsia di emergenza, ha notato un cane stravolto, che camminava a fatica e in pericolo di vita.

Da qui la decisione di fermarsi immediatamente per prestargli aiuto. Dopo essersi avvicinato e averlo tranquillizzato è riuscito a farlo salire in auto e a mettersi poi in contatto con i volontari dell’Enpa di Verona che gestiscono il Canile in zona Nord.

Una volta arrivato in canile e consegnato alle cure preziose delle volontarie Enpa, si è subito capito che Lino non sarebbe riuscito a resistere ancora per molto. Oltre a camminare con difficoltà, beveva e mangiava con fatica. Ecco allora che, come la legge prevede, il cane è stato trasferito all’azienda veterinaria preposta per la burocrazia di rito.

Sabato 16 ottobre finalmente è arrivata la bellissima notizia: Lino, il nome che gli è stato dato dalle volontarie Enpa, si è completamente ristabilito riprendendo a mangiare (oltre il dovuto) ed ora è in attesa di essere adottato. Ha circa 12 anni e al momento del ritrovamento era sprovvisto di microchip.

“Noi – spiegano i volontari di Centopercentoanimalisti - non finiremo mai di ringraziare le volontarie del canile Enpa Verona e il loro presidente Romano Giovannoni, per la disponibilità e la prontezza nel salvare Lino, grazie di cuore”.