Due interventi di soccorso in montagna hanno interessato tra le 15 e le 18 di oggi pomeriggio le stazioni di Forni di Sopra e di Sappada.

Infortunio con l'ascia

Alle 15 è arrivata in centrale, tramite NUE112 e Sores, una richiesta di soccorso per un uomo feritosi ad un piede a Casera Chiarzò, sotto il Col Gentile a Socchieve, mentre usava un'ascia. Sul posto è stato inviato l'elisoccorso regionale, che ha prelevato velocemente il ferito per portarlo in ospedale mentre i soccorritori della stazione di Forni di Sopra erano a disposizione per prestare supporto via terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Bloccati dalla neve

Mezz'ora dopo una seconda richiesta di soccorso ha interessato la stazione di Sappada. Qui la chiamata è arrivata da due escursionisti, un uomo e una donna, un udinese del 1983 e una residente in provincia di Campobasso del 1975, i quali si sono bloccati poco prima di raggiungere Passo Sesis, dopo aver percorso Passo dei Cacciatori, a causa della neve. I due erano attrezzati con i ramponcini ma i passaggi tra le roccette, con alcuni saliscendi, li hanno resi insicuri e hanno preferito chiedere aiuto. Sul posto è arrivato velocemente un soccorritore della stazione di Sappada che si trovava già al Rifugio Calvi a fare alcuni lavori di sistemazione, seguito da una squadra di altri cinque tecnici salita nel frattempo da Sappada a Passo Sesis e quindi al punto in cui i due erano bloccati. I due sono stati aiutati a procedere in sicurezza e accompagnati fino al parcheggio sulla strada. L'intervento si è chiuso poco prima delle 18.
 

In Evidenza