Una visita al centro commerciale di Egna in provincia di Bolzano è costata cara a un 45enne, l’uomo aveva violato i sigilli dell’auto sottoposta a fermo amministrativo per andare a fare delle compere

VERONA. Nel pomeriggio di ieri, 11 maggio, i carabinieri della stazione di San Giovanni Lupatoto hanno arrestato un uomo classe 1975 che si era reso responsabile di violazione dei sigilli.

I fatti risalgono addirittura al 2017, quando l’uomo si era visto sequestrare la propria automobile per via di un fermo amministrativo. Al mezzo erano stati posti i sigilli affinché non fosse utilizzato.

Nonostante ciò il 45enne aveva rotto i sigilli decidendo di rientrare in pieno possesso della sua auto. Il motivo? Una visita al centro commerciale di Egna in provincia di Bolzano. Una volta arrivato però, intorno alle 20 la sua automobile era stata notata dai carabinieri fra le tante parcheggiate vicino al centro commerciale in questione.

I militari si erano resi conto che i sigilli erano stati rimossi e lo avevano denunciato. Il 6 maggio era invece stato emesso l’ordine di carcerazione per il reato di violazione dei sigilli, da qui è scaturito l’arresto avvenuto ieri. Ora l’uomo dovrà scontare 8 mesi di reclusione nel carcere di Spini di Gardolo dove è stato accompagnato dai carabinieri i San Giovanni Lupatoto.

Contenuto sponsorizzato