This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Terza dose, quanto dura l’immunità? Burioni: “Non lo sappiamo, chi lo dice tira a indovinare”

Burioni ha spiegato che al momento non è ancora possibile stabilire quanto durerà l'immunità conferita dalla terza dose di vaccino.

burioni immunità terza dose

Il virologo del San Raffaele di Milano Roberto Burioni ha provato a fornire delucidazioni sull’immunità offerta dalla terza dose di vaccino anti Covid pur riconoscendo che attualmente, dato che le somministrazioni sono iniziate da non molto, si sa ancora poco.

Burioni sull’immunità offerta dalla terza dose

Intervistato durante la trasmissione Che tempo che fa in onda su Rai Tre, l’esperto ha inizialmente spiegato il concetto di vaccinazione chiarendo che “la possiamo vedere come qualcosa che mette il vaccinato nelle condizioni di chi ha avuto una malattia ed è guarito senza però correre i rischi che correrebbe non vaccinandosi“. 

Se dunque vaccinazione mette la persona vaccinata nelle condizioni di una guarita, bisogna innanzitutto capire quanta protezione conferisce la guarigione da una malattia per poter dedurre qualcosa sull’efficacia e la durata del vaccino.

Per esempio nel caso del morbillo chi è guarito dalla malattia è immune tutta la vita e anche chi è vaccinato, trovandosi nelle stesse condizioni, lo è. Il problema nel caso del Covid è che la malattia è conosciuta da troppo poco tempo per poter trarre delle conclusioni sulla durata della protezione. 

Burioni sull’immunità offerta dalla terza dose: “Non sappiamo quanto dura”

Prendendo in considerazione dei coronavirus umani, molto simili a quello che causa il Covid, si sa che chi ne guarisce ha un’immunità molto forte per un anno, dopodichè quella che protegge dall’infezione inizia a svanire (rimane invece solida quella contro la forma grave). 

Di qui l’importanza di fare la terza dose da un lato per rendere più solida la protezione contro la malattia grave e dall’altra per ristabilire la protezione contro l’infezione, che è importante perché se le persone non si infettano non diffondono il virus.

Quanto durerà la protezione che viene conferita dalla terza dose? Non lo sappiamo. Chi lo dice tira a indovinare perché purtroppo la scienza non è in grado di predire il futuro“, ha concluso.