Italy

Udine, l’ex Forza Italia Blasoni pattegia 11 mesi per frode nell’esecuzione di pubbliche forniture: 3,4 milioni di risarcimento

Giustizia & Impunità

Udine, l’ex Forza Italia Blasoni pattegia 11 mesi per frode nell’esecuzione di pubbliche forniture: 3,4 milioni di risarcimento

L'ex politico e imprenditore era coinvolto in un'inchiesta che nell'autunno 2019 lo aveva portato in carcere per 47 giorni e poi per quasi altri due mesi ai domiciliari. Assistito dagli avvocati Luca Ponti e Fausto Discepolo, ha raggiunto un accordo con la Procura per beneficiare del rito alternativo, che ha avuto il placet del gup, con una pena tutto sommato modesta, se si considera l'iniziale quadro accusatorio

Un anno e mezzo dopo l’arresto, l’imprenditore e politico udinese Massimo Blasoni, patron di un gruppo sanitario da 6mila posti letto in case di riposo e comunità terapeutiche, ha patteggiato 11 mesi di reclusione. E così hanno fatto, a pene inferiori, altri sei suoi dipendenti. Era coinvolto in un’inchiesta che nell’autunno 2019 lo aveva portato in carcere per 47 giorni e poi per quasi altri due mesi ai domiciliari. Assistito dagli avvocati Luca Ponti e Fausto Discepolo, ha raggiunto un accordo con la Procura per beneficiare del rito alternativo, che ha avuto il placet del gup, con una pena tutto sommato modesta, se si considera l’iniziale quadro accusatorio.

Gli era stata contestata una lunga serie di truffe aggravate ai danni di enti pubblici, che per il gruppo “Sereni Orizzonti” avrebbero significato la cessazione delle attività, che hanno come interlocutrici le amministrazioni pubbliche. Il reato è stato modificato in quello meno grave di frode nell’esecuzione di pubbliche forniture. Inoltre, l’entità della supposta truffa era stata quantificata inizialmente in 10 milioni e mezzo di euro, ma si è poi ridotta fino a 3 milioni 400 mila euro, che è la cifra risarcita da Blasoni per mettere la parola fine alle pendenze giudiziarie. Ne hanno beneficiato sei regioni italiane: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Piemonte e Sicilia. L’udienza si è svolta di fronte al gup. “Rispetto la sentenza, ma resto profondamente convinto delle mie ragioni. – ha commentato Blasoni – Rilevo oggettivamente che l’accusa di truffa è stata derubricata e la gran parte delle accuse originarie è stata archiviata”.

Il blitz contro “Sereni Orizzonti” fu eseguito dalle Fiamme Gialle di Udine che avevano verificato l’attività nelle case di assistenza per anziani e nelle comunità terapeutico-riabilitative per minori e adolescenti. Il gruppo ha numerose sedi non solo in Italia, ma anche in Germania e in Spagna. In totale gestisce 5.900 posti letto e occupa quasi 3 mila dipendenti in 80 Rsa e 10 Comunità per minori. Nel 2019 il fatturato ha superato quota 200 milioni di euro, con incrementi annuali molto importanti.

I 10 milioni contestati riguardavano contributi pubblici che, secondo l’ipotesi iniziale, erano stati percepiti illecitamente, sotto forma di pagamenti da parte di Aziende Sanitarie e Regioni. Si trattava di rendicontazioni non veritiere riferite agli standard quantitativi e qualitativi dei servizi erogati. Secondo la Finanza, le strutture operative della società, “per massimizzare i profitti d’impresa, comprimevano al massimo il costo del personale di servizio impiegato ed erogavano prestazioni diverse per quantità̀ e qualità̀ rispetto agli standard normativamente e contrattualmente previsti, determinando una minore assistenza ad anziani e minori, anche a rischio di pregiudicarne il benessere e la salute”. I difensori sono riusciti a dimostrare che queste contestazioni non costituivano una truffa, bensì una frode nell’esecuzione dei contratti che legavano “Sereni Orizzonti” alle istituzioni pubbliche.

Blasoni ha fondato “Sereni Orizzonti” nel 1996. Ha anche vissuto una lunga stagione politica, per due legislature consigliere regionale per il Popolo delle Libertà. E’ stato vicecoordinatore regionale di Forza Italia, ma non è riuscito ad ottenere la candidatura per un seggio in Parlamento, visto che sul suo passato pesavano alcune disavventure giudiziarie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Davigo: “Non è vero che ho fatto vedere a Morra i verbali di Amara. Ricorda male e dice cose fantasiose. Storari? Ha informato il Csm”

next
meteo

Football news:

A 16 ha avuto un incidente e ha rotto le vertebre, a 17 è il giocatore più giovane nella storia Dell'Euro. La storia di Katsper Kozlowski
Enrique sulle parole di Ferran Torres sul fatto che i difensori della Spagna mangeranno Levandowski: ha molto da imparare. Ad esempio, non dire questo
Il portiere Anton Mitryushkin cerca di trovare un nuovo club
Depay del Barcellona: felice di entrare nel mio nuovo club
Under è Interessante per Lipsia, Bayer e Eintracht. Roma stima ala a 15 milioni di euro
Vladimir Petkovich: la Svizzera giocherà di fronte a 30 migliaia di tifosi turchi. Cercheremo di avvolgerlo a suo vantaggio
L'attaccante Sociedad Isak è Interessante per il Real Madrid e Man City. Il trasferimento è stimato a 70 milioni di euro