This article was added by the user Chloe Hill. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Va all’asta lo zaino firmato da Papa Francesco

Uno zaino firmato da Papa Francesco. Verrà messo all’asta da lunedì 3 gennaio sulla piattaforma Charity Stars, assieme a quelli autografati dai calciatori Stephan El Shaarawy, Chris Smalling ed Henrikh Mkhitaryan. Con la mission di raccogliere fondi  a favore delle popolazioni dell’Africa e dell’Amazzonia. L’iniziativa benefica, si inserisce nel percorso etico e solidale di +Three°°° che già aveva donato ad Assisi lo scorso novembre in occasione della V Giornata Mondiale dei Poveri, 500 zaini ai più bisognosi. Ed è stato proprio in tale occasione che, dopo aver ascoltato con interesse la storia del progetto +Three°°° e apprezzandone l’impegno verso le popolazioni Indios dell’Amazzonia, Papa Francesco aveva personalmente firmato lo zaino protagonista dell’asta che si concluderà il 13 gennaio prossimo.

Lo zaino +Three°°° firmato da Papa Francesco va all'asta dal 3 gennaio sulla piattaforma Charity Stars

 

L’obiettivo è raccogliere fondi per aiutare concretamente le popolazioni dei villaggi in Africa ed in Amazzonia impegnate nella raccolta del caucciù e nella produzione degli altri materiali ecosostenibili da cui prendono vita le collezioni +Three°°°, marchio impegnato nel promuovere inclusione, uguaglianza di genere, rispetto dei diritti umani e lotta contro la povertà. 

In particolare, il ricavato dell’asta sarà devoluto alle associazioni Amazon Watch e Cabes. Amazon Watch protegge la foresta pluviale per il futuro dell'Amazzonia e del clima globale sostenendo i diritti delle comunità indigene, i veri guardiani di questa terra, e promuovendo azioni per contrastare gli incendi e fermare la deforestazione, rigenerare gli ecosistemi dell'Amazzonia e proteggere la vita della popolazione amazzonica. Invece Cabes crea opportunità di lavoro agli artigiani nel settore tessile del Burkina Faso e, in particolare alle donne, al fine di portarle fuori dalla povertà: il nuovo progetto prevede infatti l’istituzione di un asilo nido, per ospitare circa 40 bambini in un ambiente sano, mentre le loro madri lavorano.

Con questo progetto, prende il via la nuova campagna Join +Three°°°,  brand che ha nel suo dna, la sostenibilità e il rispetto per il pianeta. E che ha adottato un approccio consapevole anche nel vestire, attraverso la scelta di modelli 100% Made in Italy, nati dal riuso, riciclo e utilizzo di materiali naturali e a basso impatto ambientale. Il prodotto top è uno zaino realizzato in caucciù proveniente dalla foresta pluviale amazzonica, assemblato a mano in Italia e decorato con un moschettone in alluminio riciclato lavorato hand made in un laboratorio in Kenya, che fa parte del programma EFI delle Nazioni Unite. Il modello verrà messo in vendita dal 3 gennaio sull’e-commerce del brand, insieme con lo zaino in Treetap, un cuoio vegetale ottenuto dal lattice degli alberi delle foreste pluviali, estratto e lavorato a mano dagli Indios e prodotto in maniera artigianale in Italia dagli artigiani della cooperativa Cartiera di Sasso Marconi. Disponibile con spallacci in due versioni, nero tinta unita o a righe bianche e nere.