Italy

Zaia: "Dalla Serbia virus più aggressivo" 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Zaia: Dalla Serbia virus più aggressivo

"La situazione è sotto controllo in Veneto: il nostro ceppo di virus ha una carica virale in calo, ci preoccupa invece il virus che viene dall'estero, ed è per questo che bisogna intensificare i controlli da chi viene dal Benin, Serbia, Kosovo, Moldavia, Bangladesh, Congo, Paesi dai quali sono arrivate  persone che sono risultate poi infette". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa. "L'altra novità è l'abbassamento dell'età media dei positivi, come le due gemelline di quattro anni con la loro mamma provenienti dall'estero", ha spiegato Zaia.


"Dopo il caso del cluster arrivato dalla Serbia, ho fatto sequenziare il virus dei 4 positivi arrivati da quale Paese e il risultato è che tutti e 4 i tamponi hanno una carica virale molto elevata, i 4 tamponi sono identici tra di loro e quindi provengono da un unico ceppo e sono diversi da quelli isolati in Italia", ha sottolineato Zaia che ha poi precisato: "Per questo bisogna fare particolare attenzione ai virus che arrivano dall'estero, perché hanno una virulenza maggiore, sono più aggressivi e hanno una mutazione".

Football news:

Golovin ha segnato e ha dato un passaggio in una partita amichevole di Monaco con AZ
Müller Pro 8:2 con barca: non abbiamo controllato il gioco anche nella partita con il Brasile nel 2014-m
Ander Herrera: se il PSG non vince la Champions League, non sarà un fallimento
Arsenal sta indagando sul trasferimento di pepe per 72 milioni di sterline. Il club vuole sapere se ha pagato troppo
Ole-Gunnar Sulscher: il Manchester United sa quanto sia doloroso cedere alle semifinali. I giocatori principali sono ora di mettersi alla prova
L'Arsenal ha annunciato la partenza del direttore sportivo Sanlea
L'allenatore del Bayern che ha distrutto il Barça. Era al quartier generale di Lev alle 7:1 in Brasile