Italy

Zalukar: centrale 118 verso Udine Riccardi: nessuna decisione presa

Si cerca una nuova sede per l’Arcs, già situata nel capoluogo friulano. Il consigliere: Trieste beffata. Il vicegovernatore: quadro inesistente

TRIESTE L’Azienda regionale per il coordinamento per la salute (Arcs) cerca una nuova sede. Attualmente ospitata all’interno dei paglioni B e C del comprensorio di Sant’Osvaldo in via Pozzuolo alle porte di Udine, immobile di proprietà dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Arcs ha avviato un’indagine di mercato per verificare eventuali alternative.

Da recenti incontri con la direzione strategica - così si legge nella relazione sul programma preliminare 2022 dell’Azienda - «è emerso che Asufc, nel prossimo futuro, intende utilizzare le potenzialità del comprensorio di via Pozzuolo per risolvere le ormai croniche problematicità derivanti sia dalla progressiva riqualificazione del comprensorio ospedaliero sia dallo stato di conservazione e dall’inadeguatezza di alcune sedi distrettuali site nel Comune di Udine».

E dunque, dopo che la sede riqualificata del Padiglione 6 è stata destinata alle attività della medicina del Lavoro, contrariamente alla previsione iniziale di concederla con la formula del comodato d’uso gratuito proprio ad Arcs, «l’individuazione di una nuova sede aziendale idonea ad ospitare l’attività istituzionale (uffici, Sores, Centro di formazione) risulta essere sempre più attuale e stringente».

Tanto basta per un comunicato d’allarme del consigliere regionale Walter Zalukar. L’esponente del gruppo Misto dà per certo «lo spostamento della centrale d’emergenza 118 da Palmanova a Udine» e parla di «sanità triestina beffata». Citando il decreto 135 di Arcs, il consigliere regionale triestino non mostra appunto dubbi sul trasloco della Sores «visto che la legge 27 del 2018 stabilisce che l’Arcs deve avere sede a Udine». Commenta ancora Zalukar: «Così si completa il disegno di porre il centro dell’emergenza nel capoluogo friulano e svuotare Trieste. Un disegno assai ben congegnato, che vede la prima tappa nel 2017 con la chiusura del 118 a Trieste e la concentrazione delle centrali operative 118 a Palmanova. Ora inizia la seconda e ultima tappa e con lo spostamento definitivo della centrale unica regionale del 118 a Udine. L’ultima beffa alla nostra città: dopo i roboanti annunci della nuova sede 118 in Porto Vecchio è bastata una postilla dell’Agenzia regionale per richiamarci alla realtà. Del restole ultime due giunte regionali, di colore opposto, sono accomunate dalla volontà di affossare la sanità triestina».

Ma sarà davvero così? Riccardo Riccardi, vicepresidente della Regione, assicura che il quadro delineato da Zalukar «non esiste»: «Si parla esclusivamente di attività istituzionale di Arcs e di un’indagine di mercato per verificare una eventuale nuova sede vista la ristrettezza della palazzina di Sant’Osvaldo». Quanto alla sede della centrale unica 118, «il tema entrerà nel piano dell’emergenza urgenza», precisa Riccardi. I tempi della scelta non sono però ancora definiti.m.b.

Football news:

Tuchel sulla Coppa di Lega: ogni torneo è importante, non diamo priorità. Chelsea gioca sempre per la vittoria
Miranchuk sembra un corpo estraneo. Sarebbe meglio lasciarlo andare in Russia. Il giornalista italiano sul centrocampista Atalanta
La priorità di Barcellona è la nomina di Klopp. Il suo contratto con il Liverpool - fino al 2024
Il Milan è pronto ad aumentare il salario di Theo di oltre il doppio-fino a 3,5 milioni di euro all'anno
Al-Sadd Xavi 34 partite non perde in campionato Qatar - è il record del club. Il record di campionato è 41 partite
Nagelsmann su Hernandez: è di buon umore, non sembra preoccupato per la prigione
Tuchel sulla vittoria su Southampton: una partita intensa. Mi è piaciuto vigore il Chelsea