Italy

Zangrillo controcorrente sul Coronavirus: “Dal punto di vista clinico non esiste più”

primario del san raffaeleSecondo il primario del San Raffaele non solo il virus clinicamente non esiste più ma è auspicabile che scompaia per sempre

Il coronavirus dal punto di vista clinico non esiste più. È quanto sostiene il primaio dell’ospedale San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo che, nel corso della trasmissione condotta da Lucia Annunziata “Mezz’ora in più” ha rilasciato dichiarazioni decisamente contro corrente rispetto a quelle di molti suoi colleghi. Parlando dell’evoluzione dell’epidemia di Sars-CoV-2 in Italia e dei dati dei bollettini emanati quotidianamente dalla Protezione Civile, Zangrillo ha sottolineato: “Oggi è il 31 maggio e circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere per la fine del mese e inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Questo lo dice l’università Vita e Salute San Raffaele, lo dice uno studio fatto dal virologo direttore dell’Istituto di virologia, il professore Clementi, lo dice il professor Silvestri della Emory University di Atlanta”.

Il direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele ha aggiunto: “Lo dico consapevole del dramma che hanno vissuto i pazienti che non ce l’hanno fatta, non si può continuare a portare l’attenzione in modo ridicolo come sta facendo la Grecia sulla base di un terreno di ridicolaggine, che è quello che abbiamo impostato a livello di comitato scientifico nazionale e non solo, dando la parola non ai clinici e non ai virologi veri. Il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Ci metto la firma”.

“Terrorizzare il Paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità”

Spiegando che “i tamponi eseguiti negli ultimi dieci giorni hanno risultati con una carica virale dal punto di vista quantitativo infinitesimale rispetto ai tamponi eseguiti sui pazienti uno o due mesi fa”. Nel sostenere che è arrivato il momento di riaprire tutto e che le terapie intensive “sono vuote” inoltre, Zangrillo ha proseguito sostenendo che “terrorizzare il paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità. Da tre mesi – ha aggiunto – numeri con evidenza zero. Si ritorni alla vita normale. È auspicabile che il virus scompaia per sempre, come la Sars”. Concludendo con un attaco alla Grecia, il cui governo ha deciso di porre ai turisti provenienti da quattro regioni del nord Italia delle clausole per accedere nel Paese. Zangrillo ha definito la decisione “ridicola” aggiungendo: “Quest’anno sarei andato volentieri in Grecia ma invece andrò in Liguria e poi scapperò in Trentino”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!

Football news:

Quique Setien: il Barcellona non ha avuto una grande partita. Espanyol ha giocato bene in difesa
Anduhar Oliver sulle rimozioni: Fathi è andato troppo in gamba e il fallo al suo apice era ancora più pericoloso, forse
Atalanta ha esteso la striscia vincente a 11 partite, battendo Sampdoria-2:0
Milner ha trascorso 536 ° partita in APL ed è entrato nella top 5 del campionato giocato incontri
Il centrocampista del Barça Fathi è stato rimosso nel derby con L'Espanyol. Ha passato cinque minuti sul campo
Suarez ha segnato 195 gol per Barcellona ed è arrivato al terzo posto nella lista dei migliori marcatori del club
Daniele De Rossi: La gente chiama messi vile, e hanno paura di chiedere alle mogli il telecomando della TV