Italy

Zangrillo (San Raffaele) sul coronavirus: «Clinicamente non esiste più»  L’infettivologo: seconda ondata a dicembre 

In Italia, dall’inizio della pandemia, sono almeno 233.019 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2: di queste, 33.415 sono decedute (qui l’ultimo bollettino della Protezione Civile). Secondo gli ultimi dati elaborati dalla Johns Hopkins University, in tutto il mondo i casi sono più di 6 milioni, con oltre 367 mila morti (qui la mappa che mostra l’andamento dei contagi a livello globale).

Le notizie dalle edizioni locali: Emilia Romagna| Veneto | Lazio | Toscana | Piemonte | Puglia | Sicilia | Campania | Lombardia

Il Corriere ha creato una newsletter sul virus - e la fase 2. È gratis: ci si iscrive qui

Ore 18.46 - Grecia: domani colloquio Di Maio-Dendias sui blocchi
Si svolgerà domani una telefonata tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e l’omologo greco Nikos Dendias. Al centro del colloquio - si apprende da fonti della Farnesina - ci sarà il tema delle restrizioni della Grecia alle regioni del nord Italia. Martedì 9 giugno, inoltre, Di Maio sarà in missione ad Atene dopo aver fatto tappa nei giorni precedenti in Germania e in Slovenia, sempre per affrontare il tema dei flussi turistici.

Ore 18.44 - Svezia, nessun decesso nelle ultime 24 ore
La Svezia non ha registrato alcun decesso per coronavirus nelle ultime 24 ore. Non succedeva dal 13 marzo, riferiscono le autorità sanitarie del paese aggiungendo però che i dati nel fine settimana arrivano spesso in ritardo. La strategia del governo per contenere la diffusione del coronavirus, che non ha previsto il regime di quarantena ma solo distanziamento sociale volontario e igiene di base, è stata molto criticata. La Svezia ha avuto finora quasi quattro volte il numero di vittime da Covid-19 di tutti gli altri paesi del Nord Europa messi insieme: 4.395. La scorsa settimana, il paese ha registrato il maggior numero di decessi da Covid-19 in Europa per densità di popolazione.

Ore 18.32 - Bassetti: «Il virus ha perso la potenza di fuoco iniziale»
Il nuovo coronavirus «potrebbe ora essere diverso: la potenza di fuoco che aveva tale virus due mesi fa non è la stessa potenza di fuoco che ha oggi». Lo afferma il direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti. «È evidente - sottolinea - che oggi la malattia Covid-19 è diversa: la presentazione clinica e il decorso sono infatti molto più lievi». Il presidente della Società italiana di virologia Aranaldo Caruso, ha sottolineato Bassetti, «ha già dichiarato di aver isolato il virus SarsCov2 in laboratorio a Brescia e che questo sembrava avere una minore virulenza». Tuttavia, «al di là delle dimostrazioni scientifiche, da medico che è quotidianamente sul campo - ha affermato l’esperto - dico che i malato di ora sono diversi da quelli di due mesi fa: prima i pazienti avevano una condizione molto più grave, ora meno». È cioè «evidente - sostiene l’infettivologo - che oggi la malattia Covid-19 è diversa, perché la sua presentazione clinica ed il suo decorso sono più lievi».

Ore 18.22- Zangrillo: clinicamente il coronavirus non esiste più
«Clinicamente il nuovo coronavirus non esiste più». Così Alberto Zangrillo, direttore terapia intensiva del San Raffaele di Milano, a `1/2 ora in più´. «Circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere a fine mese-inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Questo lo dice l’università Vita e Salute San Raffaele, lo dice uno studio del direttore dell’Istituto di virologia Clementi, lo dice il professor Silvestri della Emory University di Atlanta».

Ore 18.08 - Brescia, riaprono i cimiteri
Da domani a Brescia riaprono i cimiteri cittadini. Gli orari sono dalle 8 alle 12 e dalle 13,45 alle 17,30, tutti i giorni, compresi i festivi. In questo primo periodo, essendo previsto un afflusso di visitatori elevato, i dipendenti del Comune saranno affiancati da volontari della Protezione Civile, che offriranno supporto, informazioni e garantiranno il rispetto delle norme per il distanziamento sociale.

Ore 18.00- Il bollettino della Protezione civile
In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, almeno 233.019 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (355 in più rispetto a ieri, per una crescita dello 0,2%; ieri +416 ). Di queste, 33.415 sono decedute (+75, +0,2%; ieri +111) e 157.507 sono state dimesse (+1.874, +1,2%; ieri +2.789). Sono saliti a 157.507 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.874. Sabato l’aumento era stato di 2.789. Sono 435 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 15 meno di ieri. Lo rivela l’ultimo bollettino della Protezione civile.

Ore 17.58 - Spagna, numero più basso nuovi casi dal 6 marzo
La Spagna registra oggi il numero più basso di nuovi casi di coronavirus in un giorno dal 6 marzo: allora si contarono 106 positivi mentre oggi il ministero spagnolo della Sanità notifica 96 nuovi positivi nelle ultime 24 ore. Lo sottolinea El Pais, ricordando che proprio dal 6 marzo scorso i contagi in Spagna cominciarono a crescere in maniera esponenziale, fino ad arrivare anche a oltre 9mila in un unico giorno alla fine di marzo, per poi cominciare a decrescere come effetto del lockdown, ma mai prima di oggi sotto i 100. Il ministero spagnolo della Sanità, ha notificato inoltre che sono 39 i morti nel Paese a causa del covid-19 negli ultimi sette giorni, per un totale di 27.127 dall’inizio della pandemia, quattro in più rispetto all’aggiornamento di ieri.

Ore 17.24 - Viminale, ieri oltre 127 mila controlli delle Forze di polizia
Proseguono i controlli di polizia sul rispetto delle misure anti contagio nella fase 2 - al via dal 4 maggio scorso - dell’emergenza Covid-19 o coronavirus. È quanto comunica il Viminale. Sabato 30 maggio le Forze di polizia hanno controllato 99.975 persone, sanzionandone 522. Sono stati invece 8 i denunciati per false attestazioni o dichiarazioni, e 2 le denunce per violazione del divieto di allontanamento dall’abitazione per quarantena.

Ore 16.24 - Solinas: «La certificazione non garantisce immunità al 100%, ma costituisce un filtro»
Il presidente delle regione Sardegna Christian Solinas è tornato sulla sua proposta, legata al contenimento del coronavirus, per i turisti intenzionati a trascorrere le vacanze sull’Isola. «La questione del passaporto è stata strumentalizzata in lungo e largo - ha affermato il governatore ospite a `Mezz’ora in piu´`, su Rai3 -. Abbiamo chiesto semplicemente una certificazione, per chiunque voglia arrivare in Sardegna, che attesti in un determinato momento che entro cinque giorni dalla partenza quel determinato soggetto non sia positivo». Per Solinas, «non è una soluzione che garantirà l’immunità al 100 per cento, ma sicuramente costituisce un filtro che ridurrà le potenzialità del contagio. È lo stesso protocollo che si sta attuando per la Bundesliga, che si userà per la serie A di calcio e per i set cinematografici».

Ore 16.02 - Costiera amalfitana, sentinelle in spiaggia
«Abbiamo istituito a Minori i Covid Manager che coordineranno le sentinelle della sicurezza delle spiagge collaborando con le forze dell’ordine». Lo ha annunciato il sindaco di Minori (Salerno), parlando del progetto `Andiamo oltre insieme, vivi la spiaggia in sicurezza´ in Costiera amalfitana. «Le sentinelle saranno cittadini di Minori che hanno avuto difficoltà lavorative per il Covid. Ben 24 di loro potranno beneficiare di una borsa lavoro di 600 euro e saranno impegnati in attività di accoglienza, di sicurezza, di mantenimento del distanziamento sociale sulle spiagge». Nel frattempo anche Conca dei Marini (Salerno) si prepara ad accogliere i turisti. Il controllo sulle spiagge, come spiegato dal sindaco Gaetano Frate, sarà affidato a giovani disoccupati sotto la stretta vigilanza del Comando dei Vigili Urbani. Saranno previsti due turnazioni dalle 7 alle 12 e 30 e dalle 12 e 35 fino alle 18 con regolare sanificazione di tutto il necessario». A Cetara, infine, le spiagge libere saranno governate dal Comune.

Ore 15.52 - Calendario serie A, 10 partite alle 17.15
Saranno soltanto 10 sulle 124 ancora da giocare, le gare della Serie A che si disputeranno alle 17,15 e tutte nei turni del weekend. Nella giornata di domani dovrebbe essere ufficializzato il calendario della Serie A, ma queste sono le indicazioni che filtrano, con più di 60 gare che saranno disputate alle 21,30 e una cinquantina alle 19,15, con nessuna squadra potrà scendere in campo per più di due volte in orario diurno. Non ci saranno gare pomeridiane il 20 ed il 21 giugno e nella giornata conclusiva della Serie A.

Ore 15.35 - Speranza: dal 3 rischio c’è, sbagliato non riconoscerlo
«Un rischio c’è e sarebbe sbagliato non riconoscerlo, è chiaro che un rischio lo stiamo assumendo poiché il rischio zero ora non esiste ma ci arriveremo solo quando ci sarà il vaccino. Fino ad allora si tratta di assumersi dei rischi ponderati e di provare a gestire una fase diversa». Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza a `1/2 ora in più´ a proposito della riapertura della mobilità infra regionale dal 3 giugno. Per «il rischio zero avremmo dovuto conservare un lockdown assoluto per mesi ma il Paese non avrebbe retto».

Ore 15.19 - Spagna, lockdown esteso fino al 21 giugno
Il presidente del governo spagnolo, Pedro Sanchez, ha confermato oggi che chiederà al Congresso l’ «ultima e definitiva» proroga dello stato di allerta per la pandemia da coronavirus in Spagna. Altri 15 giorni, fino al 21 giugno, un periodo che sarà «molto diverso» e «molto più leggero» ma «necessario» per completare il processo di de-escalation, ha detto. E ha informato che le comunità autonome deterranno la «gestione assoluta» durante la terza fase, prima di entrare in quella che ha definito «la nuova normalità». Il governo intende sottoporre la richiesta il prossimo mercoledì al voto del Congresso, dove si è assicurato l’appoggio necessario per l’approvazione grazie ad un accordo con i repubblicani catalani di Erc e con i baschi di Pnv.

Ore 15.11 - In Israele risalgono i contagi
Dopo l’aumento di nuovi casi di coronavirus il premier Benjamin Netanyahu ha esortato gli israeliani a rispettare le linee guida indicate dalle autorità sanitarie. «Negli ultimi giorni abbiamo visto un aumento di nuove infezioni, insieme ad un allentamento della disciplina», ha detto Netanyahu aprendo l’odierna riunione di governo. «Chiediamo ai cittadini israeliani, ai ministri e ai parlamentari di rispettare le linee guida», ha aggiunto il premier. In Israele le scuole hanno riaperto il mese scorso, mentre alberghi, piscine e ristoranti solamente la scorsa settimana. Un gran numero di israeliani si è recato per le festività di Shavuot, tra mercoledì è sabato, nella località di vacanza di Eliat, sul Mar Rosso. Molte nuove infezioni sono state registrate nelle scuole, compreso un lliceo di Gerusalemme, dove oltre un centinaio di studenti e insegnanti sono risultati positivi al coronavirus.

Ore 15.03 - Codacons: stangata Covid (+20%), partirà solo 1 su 2
Il coronavirus dimezzerà il numero di italiani che andranno in villeggiatura tra luglio e agosto, e comporterà un generalizzato aumento di prezzi e tariffe in tutto il comparto turistico». Lo afferma il Codacons, che lancia l’allarme vacanze in Italia. «In base alle nostre previsioni, solo 1 italiano su 2 (il 51%) andrà questa estate in vacanza - spiega l’associazione - Alla base della forte riduzione una serie di fattori che incidono sul comportamento dei consumatori: da un lato il generale impoverimento di milioni di famiglie che, durante il lockdown, hanno subito una diminuzione del proprio reddito, dall’altro la paura legata alla situazione sanitaria del paese e il possibile rischio di contagi».

Ore 14.02 - Perù, oltre 7 mila nuovi contagi nelle ultime 24 ore
Il Perù ha registrato oltre 7 mila nuovi contagi da nuovo coronavirus nelle ultime 24 ore. Secondo il ministero della Salute, su 48 mila test realizzati sono stati confermati 7.386 nuovi casi positivi, che portano il totale dei contagi a 155.671. Sempre ieri sono stati confermati 141 decessi, che portano il totale delle morti legate al virus a 4.371. La regione più colpita continua a essere quella di Lima con 96.583 contagi. Dopo il Brasile, il Perù è il paese in America latina a registrare il più alto numero di contagi da Covid-19. Questa settimana è entrato in vigore nel paese il nuovo decreto che proroga l’emergenza nazionale fino al 30 giugno. Il decreto stabilisce un nuovo orario di coprifuoco, dalle 21 alle 4 del mattino, ad eccezione di otto regioni, dove il coprifuoco inizierà alle 18.

Ore 13.06 - Zaia: per spostamenti Regioni da 3/6 serve un Dpcm
«Sembra che dal 3 giugno, da mercoledì, non ci sia più il limite del confine regionale di spostamenti. Ma noi siamo in attesa di un provvedimento nazionale. Questa cosa va a consolidarsi solo dopo l’adozione del provvedimento a livello nazionale, da come la vedo io, ci vorrà un Dpcm che interrompa il blocco». Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia, rilevando che «a memoria, tutti gli atti decadrebbero dal 15 giugno, per anticipare bisognerebbe fare un provvedimento di revoca».

Ore 12.52 -Zaia: quasi pronte le linee guida per le discoteche
Quando mancano poche ore (sarà dalla mezzanotte) all’entrata in vigore dell’ordinanza in Veneto che cancella l’obbligo della mascherina all’aperto - ma la conferma nei luoghi al chiuso - il governatore Luca Zaia annuncia che la Regione sta ultimando la scrittura delle linee guide per la riapertura delle discoteche. «Siamo già pronti - ha detto - con le linee guide per i cinema ed i teatri, nei prossimi uno-due giorni avremo anche quelle per la riapertura delle discoteche». Tra i `lembi´ - come di ha definiti - di attività che ancora mancano per la ripartenza completa, ci sono anche le case da gioco. «Siamo pronti anche con le linee guida per far ripartire i casinò - ha spiegato - Mi cono confrontato in questi giorni anche con il collega Toti, loro hanno il Casinò di San Remo, noi abbiamo quello di Venezia da riaprire».

Ore 12.51 - Esponente Sardine denuncia sindaco Avellino
Una denuncia nei confronti del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, è stata presentata da Claudio Petrozzelli, esponente locale delle Sardine, per quanto accaduto nella tarda serata di ieri in via de Conciliis. Festa si era intrattenuto con centinaia di giovani nell’isola pedonale dedicata alla movida. Petrozzelli si è recato in Questura dove ha fatto verbalizzare la denuncia all’Autorità giudiziaria contro il sindaco per «aver messo a rischio la salute dei cittadini». «Mi aspetto - ha detto Petrozzelli - che vengano assunti i provvedimenti più severi nei confronti della irresponsabilità del sindaco di Avellino».

Ore 12.48 - Turchia, anziani liberi di uscire per 6 ore
Turchia ha concesso sei «ore d’aria» agli over 65, tra le 14 e le 20, mentre il Paese è in lockdown. Il divieto di uscire di casa per chi ha più di 65 anni è stato imposto il 24 marzo nell’ambito delle misure per prevenire la diffusione del coronavirus. A partire da maggio è stato concesso ai più anziani di uscire in determinate fasce orarie la domenica, quando al resto del Paese è stato imposto il lockdown. A partire dal 10 aprile è entrato in vigore il divieto di uscire per chi ha meno di 20 anni, limite ora abbassato a 18. Glu under 18 anni potranno uscire mercoledì e venerdì, sempre tra le 14 e le 20.

Ore 12.21 - Il Papa si affaccia di nuovo su Piazza San Pietro
«Cari fratelli e sorelle, buon giorno! Oggi che la piazza è aperta, possiamo tornare. È un piacere!». Così Papa Francesco affacciandosi alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano per recitare il Regina Coeli con i fedeli e i pellegrini presenti in Piazza San Pietro. Il saluto del Pontefice è stato salutato da un lungo applauso.

Ore 11.14 - Fontana: Mattarella a Codogno il 2 giugno segno di fiducia
Festa della Repubblica nel comune simbolo dell’epidemia, perché da lì partì tutto, credo che sia un messaggio di speranza, di fiducia e di vicinanza di tutto il Paese nei confronti di chi ha sofferto così tanto». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana sottolineando che nella Regione «oggi i numeri sono positivi, ma la battaglia non è conclusa».

Ore 10.56 - Sala: se avanti così tornerà ok ad asporto alcol
Le cose stanno procedendo bene per cui mi auguro che si continui così in queste serate di questo anomalo ponte del 2 giugno. Se tutto continuerà così, io tornerò sui miei passi e tornerò a permettere anche l’asporto» delle bevande alcoliche. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel consueto video sulle sue pagine social dove ha tracciato un bilancio delle serate in questo ponte del 2 giugno alla luce dell’ordinanza che vieta l’alcool da asporto dopo le 19. «Il weekend sta procedendo bene, con molto ordine e ringrazio tutti coloro che stanno interpretando questa necessità ancora di prudenza nelle nostre vie», ha concluso.

Ore 10.53 - Papa: peggio questa crisi c’è solo dramma sprecarla
Non «sprecare» l’emergenza che stiamo vivendo: è l’appello del Papa. «Liberaci dalle paralisi dell’egoismo e accendi in noi - ha detto nell’omelia invocando lo Spirito Santo - il desiderio di servire, di fare del bene. Perché peggio di questa crisi, c’è solo il dramma di sprecarla, chiudendoci in noi stessi». Il pontefice ha indicato i tre mali da evitare in questo momento: il narcisismo, il vittimismo e il pessimismo.

Ore 10.26 - Russia, superati i 400 mila contagi
La Russia ha registrato 9.268 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore in aumento rispetto a ieri quando i nuovi contagi erano 8.952 ieri. Il numero totale di contagi nella Federazione arriva a 405.843, in 85 regioni del paese. Lo ha riferito la taskforce russa contro il coronavirus. Tra i nuovi casi, 2.595 sono stati registrati a Mosca, 757 nella regione di Mosca e 369 a San Pietroburgo. In Russia si contano oggi 138 nuove vittime portando il numero totale a 4.693. Fino a 4.414 pazienti di Covid-19 sono guariti in Russia nelle ultime 24 ore portando il numero dei guariti a 171.883.

Ore 9.11 - Il Brasile quarto al mondo per decessi
Il Brasile è diventato il quarto Paese al mondo per il numero dei decessi causati dal coronavirus, 28.834, secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute che segnalano altri 956 morti in 24 ore. Il gigante sudamericano di 210 milioni di abitanti ha così superato la Francia e segue Stati Uniti (103.000 morti), Regno Unito (38.376) e Italia (33.340). Il Brasile ha anche messo a segno un nuovo record giornaliero di contagi (26.928), per un totale di 465.166 persone infettate dall’inizio della pandemia.

Ore 7 - Oltre 6 milioni di contagi nel mondo
Superati i sei milioni di casi positivi al Covid-19 nel mondo. Secondo il bilancio aggiornato della pandemia di coronavirus della Johns Hopkins University il numero di casi confermati si attesta a 6.063.588 mentre il numero dei morti è salito a 369.244. Negli Usa si registrano 1.770.384 casi (103.781 morti), in Brasile 498.440 casi (28.834 morti) e in Russia 396.575 casi (4.555 morti). Nel Regno Unito, dove si registrano 274.219 casi confermati, il bilancio dei morti si attesta a 38.458. In Italia, riferisce Jhu, 232.664 casi confermati e 33.340 morti.

Ore 3.30 L’annuncio di Trump: G7 rinviato
Il presidente degli Stati Uniti ha detto ai cronisti che posticiperà a settembre il G7 che voleva tenere a fine giugno alla Casa Bianca, dopo che la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva rifiutato il suo invito a partecipare di persona a causa della pandemia. Trump ha aggiunto che vuole invitare anche la Russia — sospesa dal 2014 per l’annessione della Crimea — e altri paesi come la Corea del Sud, l’Australia e l’India. Un suo consigliere, scrive il New York Times, ha spiegato che l’idea è quella di unire i tradizionali alleati per discutere della Cina, diventata un rivale strategico degli Usa.

Football news:

Klopp sui giovani giocatori: deve giocare meglio. Non distribuiamo partite di APL come regali about dolci
Barnes sulla lotta del Manchester United per L'APL la prossima stagione: sciocchezze. Sono molto indietro rispetto a Liverpool e Man City
Messi lascia il Barça almeno una quarta volta. Sicuramente tutto finirà di nuovo con la riconciliazione e un nuovo contratto
Atletico ha introdotto una nuova forma di casa. È rosso e bianco e con un colletto blu
Milik accetta di andare alla Juventus. Napoli può ottenere bernardeschi about Pellegrini
I giocatori e gli allenatori del Real Madrid non riceveranno pagamenti bonus se vincono la Liga about la Champions League
La sorella Griezmann incontrera ' la direzione del barca. Possono discutere il trasferimento di un giocatore in un altro club