Italy

Zidane logorato dal Real Madrid: segnali e parole che anticipano l’addio

Il contratto di Zinedine Zidane parla chiaro. Il tecnico francese è legato al Real Madrid fino al 2022, ma la realtà è che la permanenza sulla panchina delle merengues nella prossima stagione è in forte dubbio. L'ipotesi di un nuovo addio, dopo quello del 2018 è tutt'altro che da escludere, soprattutto se il francese dovesse trovare conferme all'idea che il suo ciclo madrileno sia finito. Dopo il ko contro il Chelsea e l'uscita di scena dalla Champions, Zizou è stato molto vago sul suo futuro, alimentando involontariamente anche i rumours relativi ad un possibile approdo alla Juventus, in quello che potrebbe essere un classico valzer degli allenatori.

Complimenti agli avversari, con tanto di ammissione della loro superiorità nel doppio confronto, ma anche ai suoi giocatori per il percorso fatto nonostante tante difficoltà. Zidane dopo Chelsea-Real Madrid ha dato la sensazione di avere la consapevolezza che la sua squadra non potesse fare di più. Quella che volge al termine è stata senza dubbio la stagione più difficile del tecnico sulla panchina delle merengues: infortuni, flop pesanti in Copa del Rey e in Supercoppa, e tanti passi falsi hanno minato il percorso della sua squadra. Nonostante tutto però Zizou è riuscito a lottare fino in fondo per due obiettivi come la Champions e la Liga, con il primo sfumato per meriti di un avversario considerato nettamente superiore e il secondo che si deciderà al fotofinish.

Questa consapevolezza, insieme con il logorio per un'annata resa anche difficile dalle modalità del lavoro (con i tanti protocolli da seguire, le positività, ecc) e dalle continue voci sul suo futuro, ha portato Zidane a prendere in considerazione l'idea di un ciclo finito al Real Madrid. Se Florentino Perez non ha alcuna intenzione di privarsi del suo mister, quest'ultimo invece stando alle indiscrezioni provenienti dalla Spagna avrebbe già iniziato a metabolizzare la possibilità di una nuova avventura altrove, possibilità già palesata all'interno dello spogliatoio con parole interpretate come un addio. D'Altronde anche nel post della semifinale di Champions, ha dribblato le domande sulla prossima stagione, dimostrandosi concentrato solo sulla Champions, un segnale inequivocabile che mette in secondo piano il contratto fino al 2022

Per convincerlo a restare, ci vorrebbe un massiccio restyling che comporterebbe la possibilità di trovare nuovi stimoli nell'aprire un nuovo ciclo. Una prospettiva però difficile considerando anche i problemi legati all'emergenza pandemica. Ecco allora che inevitabilmente in casa Real si pensa anche ad un futuro senza Zidane, con i nomi caldi di Low, Deschamps e soprattutto Massimiliano Allegri.

Proprio quest'ultimo potrebbe ritrovarsi legato al futuro di Zidane. Il francese in caso di addio al Real potrebbe diventare un nome caldissimo per la Juventus. La società bianconera non ha mai nascosto l'apprezzamento per il grande ex, che dal canto suo ha sempre aperto ad un ritorno da allenatore a Torino. Potrebbe essere lui il dopo Pirlo, e l'uomo giusto per tentare il ritorno al vertice in Italia e ritrovare competitività anche in Champions. Uno scenario intrigante ma che potrà palesarsi solo nelle prossime settimane, dopo che il quadro delle stagioni di bianconeri e merengues sarà completo. Senza una Juventus qualificata per l'Europa che conta infatti difficilmente potrebbe concretizzarsi (anche a livello economico), il ritorno di Zizou in quella che in passato è stata la sua Juventus

Football news:

La UEFA indaga sugli incidenti razzisti ai Giochi Dell'Ungheria. I fan di scimmia uhali in indirizzo Pogba e Kante
Diogo Jota: il Portogallo non può disperare, c'è un'altra partita in vista. Siamo nel caso
La madre degli idioti e ' sempre incinta. L'allenatore ungherese rossi sulle critiche
Klinsmann Pro Spagna: molti giocatori tecnici, ma non sono terrificanti. L'avversario non vede né Puyol né Ramos, e si rende conto che la possibilità di vincere è
Roma e Dzeko possono rescindere il Contratto. L'attaccante è Interessante per la Juventus e Milano
Depay su barca: il sogno di giocare per il più grande club del mondo con i migliori fan
Barcellona ha contattato l'agente Gozens. Atalanta vuole un minimo di 35 milioni di euro per il difensore